Retroscena Milan, lo voleva la Juve: ora è rossonero

Le intercettazioni hanno rivelato l’interesse del club bianconero per il giocatore: alla fine però si è trasferito al Milan

La Juventus è stata colpito da un vero e proprio terremoto in questi ultimi giorni e le intercettazioni eseguite verso i propri dirigenti nell’ambito dell’inchiesta Prisma continuano a far emergere nuove situazioni.

Paratici e Nedved
Paratici e Nedved (©LaPresse)

Le telefonate intercettate fra ex presidente e direttore sportivo, quindi Andrea Agnelli e Fabio Paratici, accadute nel 2019, fanno venire alla luce anche diverse trattative di mercato impostate dal club bianconero in passato. Alcune di queste hanno portato a buon esito, altre invece non si sono mai chiuse.

A dire la verità sono davvero tante le trattative sulla quale la dirigenza della Vecchia Signora ha lavorato negli ultimi anni e che alla fine, per un motivo o per un altro non si sono concretizzate e tra queste ce ne sono anche alcune che riguardano da vicino il Milan. Sono due in particolare le trattative che, direttamente o indirettamente vedono coinvolto anche il club rossonero.

Tonali e Donnarumma erano nel taccuino degli juventini

Partiamo con Gianluigi Donnarumma. Il suo nome appare in un messaggio fra Paratici, Federico Cherubini e Claudio Chiellini, ai tempi dirigente bianconero: “Milik e Donnarumma sono da seguire per il 2021 in scadenza”. Ovviamente la storia è nota e alla fine il portiere della Nazionale è andato a parametro zero ai francesi del Paris Saint Germain.

Tonali e Donnarumma
Tonali e Donnarumma (©LaPresse)

L’altro nome riguarda invece Sandro Tonali, che è presente insieme a quello di tanti prospetti che qualche anno fa si affacciavano al grande calcio (tra cui anche Zaniolo, Kumbulla e Kulusevski). Il centrocampista allora era di proprietà del Brescia e si apprestava a disputare la sua prima stagione in Serie A. Tonali invece ha scelto poi il Milan e oggi rappresenta uno dei punti fermi della squadra di Stefano Pioli.

Juventus, le altre trattative fallite

Non finisce qui perché dalle intercettazioni viene fuori che le operazioni di calciomercato non andate in porto per la Juventus sono diverse, anche riguardo a nomi importanti. Su tutti c’è quello dell’attaccante norvegese Erling Haaland, trattato ai tempi del Salisburgo ma poi passato al Borussia Dortmund (e ora agli ordini di Pep Guardiola al Manchester City).

Escono allo scoperto poi anche diversi scambi impostati, sui quali poi non si è fatto nulla. C’era in piedi ad esempio quello con il Psg fra Emre Can e Leandro Paredes, con il centrocampista argentino che è arrivato a Torino soltanto quest’estate. Altri due scambi erano quelli fra Mattia De Sciglio e Danny Rose con il Tottenham e fra Weston McKennie e Donny van de Beek con il Manchester United. C’era infine anche un’ipotesi Chelsea per Federico Bernardeschi.