Milan, ti ricordi Suso? Non se la sta passando bene

La carriera di un ex Milan abbastanza chiacchierato non è decollata dopo l’addio all’Italia: adesso un nuovo trasferimento sta risultando un problema.

Basta poco per passare dai complimenti alle critiche, è successo e continua a succedere a tanti calciatori. E quando giochi in piazze dove le pressioni sono tante, è ancora peggio. Al Milan ne sappiamo qualcosa.

Suso cessione
Suso scaricato anche dal Siviglia – MilanLive.it

Abbiamo visto tanti giocatori che non hanno sentito il peso delle aspettative e hanno fallito. Alcuni sembravano essere riusciti a sbocciare e poi si sono spenti, venendo presi di mira dai tifosi. I fischi durante le partite a San Siro sono dei macigni per coloro che non hanno un carattere forte.

Tra coloro che hanno subito critiche durante il suo periodo in maglia rossonera c’è sicuramente Jesus Suso. Arrivato dal Liverpool quasi come un “oggetto misterioso” nel gennaio 2015, aveva poi brillato nel prestito al Genoa. Rientrato a Milanello si è poi guadagnato la titolarità con Vincenzo Montella, che lo aveva messo al centro del suo progetto tecnico-tattico. Idem Gennaro Gattuso.

Ha messo insieme un discreto numero di gol e assist, poi qualcosa si è inceppato. Non è riuscito a fare il salto di qualità atteso e i tifosi hanno cominciato a criticarlo. Nell’estate 2019 fu trattenuto da Marco Giampaolo, ma le cose non sono andate bene. Con Stefano Pioli non sono migliorate e a gennaio 2020 ci fu la cessione al Siviglia.

Calciomercato, Suso scaricato anche dal Siviglia: le ultime news

In Andalusia si era trasferito in prestito con diritto di riscatto che diventava obbligo in caso di qualificazione in Champions League. Il Siviglia si qualificò alla competizione e il Milan così incassò circa 21 milioni di euro (previsti altri 3 milioni di bonus nell’accordo).

Suso Siviglia
Suso verso l’addio – MilanLive.it

Il rientro in patria ha ridato serenità a Suso e sembrava essere nel posto giusto per rilanciarsi, però così non è stato. Oltre alle prestazioni con alti e bassi, ci si sono messi anche degli infortuni ad ostacolarlo. Oggi è considerato una riserva dall’allenatore Jorge Sampaoli e la società lo ha messo sul mercato. 11 presenze, 0 gol e 0 assist in questa stagione: numeri che dicono tutto.

Secondo quanto rivelato da Sport.es, l’esterno destro spagnolo è un obiettivo dell’Espanyol per gennaio 2023. La seconda squadra di Barcellona è sedicesima nella classifica della Liga e vuole prendere almeno quattro rinforzi nel calciomercato invernale. Uno di questi è proprio l’ex Milan.

L’ingaggio di Suso è un problema

L’Espanyol ha chiesto al Siviglia il prestito del giocatore e c’è una trattativa in corso per arrivare a un accordo. Sampaoli ha già dato l’ok alla cessione, non lo ritiene utile al suo progetto. Suso capisce che la scelta migliore è cambiare aria per giocare con continuità e rilanciarsi.

Il problema è il suo stipendio. Anche Cadice e Almeria si sono fatti avanti, ma hanno dovuto immediatamente bloccare l’ambizione di potersi assicurare l’esterno classe 1993. L’Espanyol ha un margine di spesa leggermente superiore e dunque maggiori chance delle due rivali di assicurarsi l’obiettivo.

Suso percepisce 2,5-3 milioni netti annui in Andalusia e il Siviglia probabilmente dovrà partecipare al pagamento per favore un trasferimento in prestito. Vedremo se l’ex pupillo di Montella, Gattuso e Giampaolo troverà una sistemazione gradita.