Milan, Giroud ha eguagliato un altro record “Mondiale”: superata una meteora

Olivier Giroud non si ferma più. L’attaccante del Milan ha eguagliato un altro record personale e curioso durante i Mondiali, che lo stanno vedendo protagonista assoluto con la sua Francia.

E’ di certo il numero 9 più forte e decisivo dei Mondiali in corso in Qatar in queste settimane. E pensare che fino a qualche mese fa la sua presenza alla competizione iridata era stata persino messa in dubbio.

Giroud record
Giroud batte un altro record – Milanlive.it

Olivier Giroud sta trascinando la Nazionale francese, qualificatasi ieri alle semifinali dei Mondiali 2022. Un gran risultato, figlio anche delle reti decisive del centravanti del Milan. Ieri il sigillo contro l’Inghilterra, che ha regalato il 2-1 finale nello scontro tanto atteso e temuto.

Una rete tipica di Giroud: inserimento in area, girata di testa da attaccante navigato e pallone in fondo al sacco. La Francia esulta, il Milan si gode a distanza il suo centravanti che a 36 anni compiuti continua a stupire e meritarsi gli elogi.

Giroud come Florin Raducioiu: miglior marcatore rossonero ai Mondiali

Giroud durante questi Mondiali ha ottenuto una grande soddisfazione personale. Diventare il miglior goleador della storia della Francia, superando un altro campionissimo come Thierry Henry che deteneva il primato fino a qualche giorno fa.

Ma un altro piccolo record è stato eguagliato ieri da Giroud, proprio con la rete decisiva all’Inghilterra. Un primato che riguarda la sua storia anche con il Milan. Come riportato dal giornalista Giuseppe Pastore, il francese con i 4 gol in Qatar è divenuto il calciatore rossonero più prolifico in una edizione singola del Mondiale di calcio.

 

Giroud in questo modo ha eguagliato il record di un ex Milan che, di certo, non è ricordato con grande affetto dai tifosi rossoneri. Florin Raducioiu, storico centravanti rumeno che ad USA ’94 (mentre era sotto contratto con il Milan) riuscì a segnare ben 4 reti con la sua nazionale.

Le doppiette contro Colombia e Svezia resero Raducioiu il milanista più prolifico nella storia dei Mondiali. Fino al record eguagliato ieri da Giroud, che dopo aver segnato ad Australia (doppietta) e Polonia ha raggiunto quota 4 gol contro l’Inghilterra ai quarti.

L’esperienza non felice di Raducioiu al Milan

Raducioiu è un nome che molti tifosi del Milan non ricordano con assoluto affetto. Il centravanti rumeno, che in patria è considerato a ragione un vero e proprio mito, non ebbe grande fortuna in generale nella sua esperienza italiana.

raducioiu milan
Florin Raducioiu al Milan – Milanlive.it

Negativa la stagione con l’Hellas Verona nel 1991-92, culminata con la retrocessione degli scaligeri in B. Meglio fece l’anno dopo nel Brescia, ma anche in quel caso Raducioiu (accompagnato dai connazionali Hagi e Sabau) non riuscì ad evitare la discesa nella serie cadetta.

Nel 1993 lo acquistò a sorpresa il Milan, per 4,8 miliardi di lire. Il rumeno soffrì la concorrenza dei tanti attaccanti di spessore, come Massaro, Papin e Simone. Una stagione trionfale per i rossoneri, visto che con Fabio Capello in panchina vinsero Scudetto e Champions League. Ma a Raducioiu vennero concesse solo 7 presenze in Serie A con due reti all’attivo. Al termine del fortunato Mondiale ’94 fu ceduto senza troppi rimpianti all’Espanyol per 5,5 miliardi.