Ibrahimovic non molla: obiettivo dichiarato, il Milan dirà di sì

Le ultime sulle condizioni e sui progetti futuri di Zlatan Ibrahimovic. L’attaccante vuole essere protagonista nel 2023 dopo il lungo stop dovuto all’intervento al ginocchio della scorsa estate.

Il leone addormentato ora è pronto a riprendersi i suoi spazi ed i territori di caccia a lui preferiti. Zlatan Ibrahimovic ha già fatto sapere all’ambiente milanista ed ai suoi tifosi di essere molto vicino al rientro.

Ibra lista CL
Ibrahimovic vuole tornare in Champions League – Milanlive.it

L’attaccante del Milan, nonostante i 41 anni di età ed i tanti mesi ai box dopo l’intervento subito al ginocchio, vuole essere ancora protagonista. Chi lo conosce bene lo sa, Ibra non è uno che molla facilmente e quando si mette in testa qualcosa è impossibile farlo desistere.

Alla sua età moltissimi campioni internazionali hanno già appeso gli scarpini al chiodo. Ma lo svedese classe 1981 ha saputo sia darsi motivazioni sempre nuove e ambiziose, sia stare al suo posto e non pretendere di giocare togliendo spazio ad elementi più giovani ed in forma di lui.

Ibrahimovic vuole tornare in Champions: Pioli fa spazio nella lista Uefa?

Come sta oggi Ibrahimovic? La risposta la darà il campo, visto che Ibra è partito con il resto della squadra per Dubai. L’attaccante del Milan proseguirà con il lavoro personalizzato ancora per qualche settimana, fino al rientro in gruppo che dovrebbe avvenire a ridosso dalla ripresa del campionato.

L’obiettivo primario di Ibra è quello di rendersi a disposizione per la Supercoppa Italiana del 18 gennaio, quando il Milan sfiderà l’Inter per il primo trofeo stagionale, ma lo staff medico non vuole affrettare i tempi visto che Zlatan viene comunque da uno stop lungo e da un’operazione molto delicata.

Ibrahimovic Dubai
Ibrahimovic è partito per Dubai – Milanlive.it

Ma l’obiettivo principale di Ibrahimovic è un altro. Vuole convincere entro fine gennaio Stefano Pioli a reinserirlo nella lista Uefa. Ovvero la rosa di calciatori del Milan schierabili in Champions League dagli ottavi di finale in avanti.

Una richiesta che Pioli dovrebbe accogliere senza problemi, a patto che Ibra dimostri di essere pronto, in forma e motivato per la seconda parte della stagione. A quel punto la Champions League avrebbe le porte aperte per l’attaccante svedese, che chiuderebbe in bellezza giocando nella competizione europea.

Ibrahimovic in lista Champions: chi esce al suo posto

La lista Uefa per la seconda parte di stagione verrà presentata dal Milan solo a fine gennaio o inizio febbraio. Ovvero dopo la fine della sessione di calciomercato invernale, quando potrebbe cambiare l’economia della rosa.

L’inserimento di Ibrahimovic in lista comporterà di conseguenza qualche esclusione eccellente. A rischio vi sono elementi come Florenzi (alle prese con un infortunio) ma anche Ballo-Touré e Messias, entrambi al centro di voci di mercato in uscita. Ma occhio anche a Origi: l’attaccante belga finora non ha convinto troppo e potrebbe lasciare posto al ben più stimato Ibra.