Haaland in Serie A: l’annuncio del padre, un sogno per il Milan

C’è l’apertura al trasferimento in Italia. Il grande bomber potrebbe giocare in Serie A, dopo l’avventura al Manchester Cty. La posizione del Milan

Dopo anni davvero complicati, vissuti nella mediocrità, il Milan è riuscito a conquistare lo Scudetto. Un trofeo inaspettato ma allo stesso tempo meritato.

Haaland Serie A
Il padre di Haaland fa sognare i club italiani – MilanLive.it

La squadra di Stefano Pioli, piena zeppa di giovani, ha bruciato le tappe stupendo un po’ tutti. Mentre le altre decidevano di investire su giocatori esperti, con contratti importanti, Maldini e Massara puntavano su prospetti di campioni come Kalulu e Leao e inserivano nella rosa elementi fondamentali per lo spogliatoio come Ibra, Kjaer e Giroud. Il giusto mix per tornare a trionfare e a battere la concorrenza, mentre si abbassavano i costi.

Il Milan è così diventato un modello da seguire per tutte le squadre italiane. I rossoneri stanno crescendo pian piano senza voli pindarici che danneggiano le casse del club, senza investire sul grandissimo colpo che fa sognare i tifosi. Un modo di pensare e di lavorare che non convince tutti i tifosi, quei tifosi legati all’era Berlusconi, in cui tutto era davvero ammesso. Con il cambio di proprietà, da Elliott a RedBird, non si è certo invertita la rotta.

Oggi sono gli sceicchi del Manchester City o del Psg i nuovi Berlusconi, con il Real Madrid e Barcellona che cercano di tenere il passo. Ci vorranno anni per tornare a spendere le cifre dei grandi club ma il Bayern Monaco, squadra virtuosa e vincente, dimostra che si può fare. Serve, però, tanta pazienza e un giorno sognare di acquistare Halland potrebbe non essere così impossibile.

Haaland, il padre apre alla Serie A

Il nome di Haaland non è stato fatto a caso. Il giocatore norvegese, che da quando ha iniziato a giocare ha sempre segnato, appare aperto a lasciare il Manchester City per intraprendere nuove avventure.

Haaland Serie A
Erling Haaland in Serie A in futuro – MilanLive.it

E’ stato il padre, in una nuova intervista, ad ammettere che difficile il suo futuro sarà legato ad una sola squadra. Anche in questo sembra ispirarsi all’idolo Zlatan Ibrahimovic.

Ecco così che è arrivata l’apertura verso il campionato italiano e spagnolo: “Erling potrebbe rimanere al City per 15 anni, perchè si trova molto bene e parliamo di un grandissimo club – afferma Alf Inge ai microfoni di ‘France Football’ -. Ma la mia impressione è che lui voglia dimostrare di poter vincere in qualsiasi dei grandi campionati“.

Futuro in giro per l’EuropaIn Germania c’è stato due anni e mezzo e potrebbe fare qualcosa del genere nel suo futuro. Stare tre anni in Premier League e poi andarsene in Italia, in Spagna o in Francia. Non c’è niente di deciso al riguardo, ma è una possibilità, perchè Erling è capace di essere un vincitore in qualsiasi squadra”.

Haaland, sogno impossibile

In Italia i tifosi sognano dunque di vedere il grande centravanti in Serie A. Lo stanno facendo i sostenitori della Juventus, nonostante non stiano vivendo il loro momento migliore, nonostante le finanze invitano a investimenti non esagerati

Al tifoso del Milan in questo momento non gli è permesso sognare colpi del genere. Haaland oggi è oggettivamente impossibile chissà che Gerry Cardinale non riesca a cambiare le cose. Il potenziale del marchio Milan è paragonabile a quello dei grandi club: bisogna crescere, fuori e dentro dal campo, migliorando i ricavi per rendere possibile l’impossibile.