Serie A, ufficiale una novità nel 2023: cosa cambia

Notizia importante per il futuro della Serie A: è stato annunciato che ci sarà una tecnologia nuova da poter utilizzare durante le partite.

La tecnologia è diventata fondamentale anche nel mondo del calcio. Anche se le discussioni non mancano lo stesso, la presenza del VAR è uno strumento al quale non si può rinunciare per avere delle partite più regolari possibile.

Serie A Fuorigioco Semi-Automatico
Fuorigioco Semi-Automatico in Serie A: è ufficiale – MilanLive.it

In Italia si è deciso di fare un ulteriore passo avanti per aiutare gli arbitri a prendere decisioni corrette e nel minor tempo possibile. Infatti, il Consiglio della FIGC ha dato l’ok all’introduzione della tecnologia SAOT, ovvero il fuorigioco semi-automatico. Il via libera è arrivato in seguito a una consultazione con l’Associazione Italiana Arbitri, favorevole a questa novità.

È stato Gabriele Gravina, presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio, a dare l’annuncio. Il nuovo strumento potrà essere utilizzato dalla prima giornata del girone di ritorno della Serie A, dunque dal 27 gennaio 2023. Adesso ci sono dei test in corso presso l’IBC di Lissone.

Cos’è e come funziona il fuorigioco semi-automatico

Il fuorigioco semi-automatico sfrutta la Limb-tracking technology, che grazie all’installazione di 10-12 telecamere sotto i tetti di ogni stadio è in grado di seguire il pallone e i calciatori rilevando 29 punti del corpo 50 volte al secondo.

Serie A Fuorigioco Semi-Automatico
Fuorigioco Semi-Automatico in Serie A: è ufficiale – MilanLive.it

È un sistema che rileva con estrema precisione e rapidità la posizione degli arti dei giocatori in campo, stabilendo se si tratti di offside oppure no. Consente di decidere più velocemente rispetto a quanto succede ora. I dati di tracciamento vengono inviati alla sala VAR e nell’arco di 20 secondi è già possibile giudicare un episodio di gioco.

La decisione finale rimane dell’arbitro, proprio per questo si parla di fuorigioco semi-automatico e non automatico. La sperimentazione è già partita in Supercoppa Europea e in Champions League. Anche in occasione del Mondiale in Qatar è stata utilizzata questa tecnologia. Adesso pure la Serie A si appresta a introdurla. Uno strumento che tornerà molto utile nella valutazione dei vari episodi di posizione dubbia.