Milan, brutte notizie su Maignan: l’ipotesi sul rientro è clamorosa (VIDEO)

Il giornalista non porta buone notizie e mette in allarme i tifosi rossoneri: i tempi di recupero per Maignan sembrano più lunghi

Non arrivano buone notizie dall’infermeria e adesso la situazione si complica davvero. Gli ultimi aggiornamenti che riguardano il problema muscolare di Mike Maignan non sono affatto incoraggianti.

Pellegatti Maignan
Pellegatti afferma che i tempi di recupero per Miagnan saranno molto più lunghi – Milanlive.it

Come sappiamo, il portiere francese sta ancora recuperando dalla ricaduta del problema al polpaccio arrivata verso novembre. L’estremo difensore è fuori ormai da fine settembre e nel ritiro di Dubai ha sempre lavorato a parte. Lo staff tecnico ha fatto molta attenzione perché la situazione è ancora molto delicata e infatti i tempi di recupero non sembrano affatto brevi.

Il portiere ha in programma di effettuare degli esami per capire meglio quali sono le reali condizioni e quando si può ipotizzare il rientro in campo. Di certo l’ex Lille non ci sarà alla ripresa il 4 gennaio contro la Salernitana e probabilmente neanche nelle sfide immediatamente successive ad essa. Ma da cosa arrivano queste sensazioni negative?

Pellegatti allontana il rientro di Maignan

Il giornalista di fede rossonera, Carlo Pellegatti, in un video ha fatto capire che al momento non c’è da stare tranquilli per quanto riguarda Maignan.

Pellegatti Maignan
Pellegatti afferma che i tempi di recupero per Miagnan saranno molto più lunghi – Milanlive.it

Il giornalista è apparso molto sconfortato nel fare la notizia: queste sono state le sue parole a riguardo. “Non so se sono stati già effettuati gli esami, ma a prescindere da questo non ci sono belle notizie per Maignan. In questo momento firmerei per averlo il 14 febbraio contro il Tottenham.

“Le notizie che ho io parlano di un giocatore fasciato al polpaccio e fermo completamente. Ora il Milan starà attentissimo perché già così non è bastato”. Pellegatti non parla di ricadute ma fa capire che sicuramente qualcosa è andato storto nel programma di recupero e che di fatto c’è stato un nuovo stop. Se quanto affermato dal giornalista si rivelasse fondato, i rossoneri non avrebbero il portiere per partite importanti come quelle contro Roma e Lazio.

Ora serve il sostituto: i problemi per Sportiello

In questo caso il bisogno di prendere un sostituto diventerebbe davvero reale. Stefano Pioli avrebbe bisogno di un portiere che possa fare il titolare in questo periodo e garantirebbe la giusta affidabilità.

Maldini e Massara si sono già mossi per provare ad anticipare l’arrivo di Marco Sportiello dall’Atalanta. Il portiere in scadenze con la Dea è già stato bloccato per la prossima estate ma la situazione renderebbe comodo un approdo in rossoneri con sei mesi di anticipo. I bergamaschi però hanno il problema di dover trovare prima il sostituto nel caso. Serve infatti un vice Musso per Gian Piero Gasperini, con l’ipotesi Gollini non semplice.

Gli orobici inoltre vorrebbero un indennizzo per lasciar partire il trentenne dal momento che ne detengono il cartellino fino a giugno e non lo vorrebbero lasciare così a zero in anticipo.