Giroud “accusato” da un nazionale australiano: c’è la risposta (FOTO)

Giroud spegne una piccola polemica alimentata da Cummings, che lo aveva accusato di non aver voluto scambiare la maglia dopo Francia-Australia.

La Francia ha perso la finale contro l’Argentina all’ultimo Mondiale in Qatar, ma Olivier Giroud può essere soddisfatto del suo rendimento. 4 i gol segnati nelle 6 presenze collezionate nella competizione.

Olivier Giroud Jason Cummings
Olivier Giroud risponde a Jason Cummings – MilanLive.it

L’attaccante è rimasto deluso dalla decisione di Didier Deschamps di sostituirlo al 41′ della finalissima, però adesso guarda avanti. Nel 2023 è atteso a tante sfide importanti con la maglia del Milan e vuole confermarsi decisivo.

Considerando i problemi fisici di Divock Origi e le incertezze sul recupero di Zlatan Ibrahimovic, avrà nuovamente il peso dell’attacco rossonero sulle sue spalle. Per lui non è un problema. Come ha già rivelato Stefano Pioli, l’ex Chelsea vuole sempre giocare ed è sempre determinato ad aiutare la squadra.

Giroud risponde a Jason Cummings dell’Australia

Anche se il Mondiale in Qatar è ormai archiviato, non mancano retroscena su quanto successo in quelle settimane. Uno riguarda proprio Giroud ed è stato raccontato da Jason Cummings al programma The Project su Channel 10: “Dopo Francia-Australia ho chiesto a Giroud la sua maglia, dicendogli che ero un suo grande fan. Ma mi è passato accanto fingendo di non parlare inglese, nonostante abbia giocato dieci anni in Premier League”.

Olivier Giroud Jason Cummings
Olivier Giroud risponde a Jason Cummings – MilanLive.it

Cummings in precedenza aveva chiesto la maglia a Kylian Mbappé e non l’ha ottenuta. Successivamente ci ha provato con Giroud e gli è andata male. Infine ha ricevuto quella di Jules Koundé, difensore del Barcellona.

L’attaccante del Milan non è rimasto in silenzio. Tramite Twitter ha pubblicato una foto della maglia di Jackson Irvine, compagno di squadra di Cummings con il quale evidentemente ha scambiato la sua. Nel tweet c’è scritto: “Ciao Jackson Irvine. Come sta il mio amico inglese?“.

Si intuisce che Oliviero aveva già concordato di fare lo scambio con l’altro giocatore australiano. Per questo deve aver rifiutato di dare la sua maglia a Cummings. Resta da capire perché comunque non gli abbia neppure voluto rivolgere la parola…