Dalla Primavera del Milan alla Nazionale di Mancini: l’ipotesi è concreta

Uno dei migliori talenti della Primavera rossonera sarebbe finito sul taccuino del c.t. azzurro Roberto Mancini, sempre molto attento ai calciatori giovani in ascesa.

La Nazionale italiana deve assolutamente ripartire dopo il flop delle qualificazioni ai Mondiali. Davvero un dolore per i tifosi azzurri non vedere la propria squadra partecipare ai recenti campionati del mondo in Qatar.

mancini segue coubis
Roberto Mancini ha messo gli occhi sul talento – Milanlive.it

Roberto Mancini, che è rimasto come commissario tecnico in carica nonostante l’eliminazione shock di marzo scorso, vuole dare una sterzata alla formazione azzurra. Per questo motivo sta puntando molto sui giovani talenti, visionandone molti.

In particolare Mancini organizza da tempo delle giornate di stage al centro federale di Coverciano, dedicate proprio ai giovanissimi calciatori italiani, anche coloro che non hanno ancora giocato in Serie A o che fanno parte delle squadre giovanili, ma che evidentemente hanno già mostrato parte del loro potenziale.

Il capitano del Milan Primavera conteso tra Italia e Romania

Tra i giovani calciatori che Mancini potrebbe visionare a breve, ed inserire in future rotazioni, c’è anche un talento scuola Milan. In particolare il capitano della Primavera attuale rossonera.

Stiamo parlando di Andrei Coubis, difensore centrale classe 2003 che ha già giocato qualche partitella amichevole con i big del Milan. Un calciatore già roccioso e molto talentuoso, che però vanta il doppio passaporto: italiano e romeno.

coubis nazionale
Coubis in odor di Nazionale italiana – Milanlive.it

Coubis è infatti nel giro della Nazionale Under 21 della Romania. Ma le recenti dichiarazioni del tecnico romeno Eduard Iordanescu hanno fatto capire come anche la Federcalcio italiana stia lavorando per portare Coubis dalla propria parte: C’è il rischio di perdere Coubis, è cresciuto altrove e ha una mentalità diversa. L’ho messo nella mia shortlist, a novembre eravamo vicini al farlo esordire e fargli scegliere la Romania. Ma non è questa la mia priorità, non farò giocare qualcuno in fretta e furia solo per trattenerlo con noi”.

Parole che suggeriscono un pressing di Mancini e del suo staff su Coubis, che dunque potrebbe essere uno degli osservati speciali dell’Italia nel prossimo futuro. Ora sta anche al Milan lanciarlo come si deve.

Coubis, milanese doc con origini dell’est

La doppia anima di Andrei Coubis. Milanese doc, perché nato nel capoluogo lombardo e cresciuto ovviamente in Italia. Ma la sua famiglia è originaria della Romania e dunque vanta la doppia cittadinanza.

Coubis è uno dei talenti più apprezzati del vivaio rossonero. E’ approdato al Milan nel 2019 dalla Polisportiva Lombardia Uno, scuola calcio collegata proprio al club rossonero. Si è fatto subito apprezzare come difensore arcigno e tecnico, tanto da guadagnarsi la fascia di capitano della squadra Primavera.

Statuario e coriaceo, Coubis ha firmato un contratto con il Milan fino al 2027. Inoltre è seguito dall’agenzia MVP United, che vanta nel suo portfolio numerosi talenti dell’est Europa. Il futuro sembra tutto dalla sua parte e Mancini lo sa bene.