DAZN rimborsa gli utenti dopo Inter-Napoli: quando e come funziona

DAZN ha fatto arrabbiare tanti tifosi durante Inter-Napoli e Udinese-Empoli: ci sono stati disservizi, arrivano scuse e rimborsi.

Non è esattamente un periodo felice per DAZN. Dopo aver comunicato le nuove tariffe e aver ricevuto molte critiche dai tifosi, è sorto un nuovo problema.

DAZN rimborsi Inter Napoli
DAZN, rimborsi dopo Inter-Napoli – MilanLive.it

Durante le partite Inter-Napoli e Udinese-Empoli si è verificato un disservizio che ha colpito diversi utenti. Sui social network ci sono stati numerosi commenti negativi nei confronti della nota emittente che ha acquisito i diritti TV della Serie A. Sono state pubblicate anche delle foto per dimostrare che il servizio non stava funzionando.

Episodi simili sono già successi in passato, ma la tempistica con la quale si sono verificati stavolta è stata pessima. La rabbia per il nuovo problema si è sommata a quella per la nuova politica dei prezzi. Un inizio di 2023 non ideale per la società inglese.

DAZN si scusa e rimborsa i tifosi

Innervosita anche la Lega Serie A. Durante l’ultima assemblea l’amministratore delegato Luigi De Siervo ha comunicato ai club di aver formalizzato una dura presa di posizione sul mancato rispetto degli obblighi contrattuali.

DAZN rimborsi Inter Napoli
DAZN, rimborsi dopo Inter-Napoli – MilanLive.it

DAZN ha emesso un comunicato ufficiale dopo i problemi verificatisi e le critiche ricevute: “Ci rammarichiamo per quanto accaduto. Nonostante la tecnologia DAZN sia rimasta resiliente e abbia funzionato correttamente, è avvenuto un disservizio tecnico causato da un partner esterno globale, incaricato di gestire la distribuzione del traffico sui server (CDN) utilizzati da DAZN“.

L’emittente spiega di non avere responsabilità dirette in quanto avvenuto, ma comunque si scusa e annuncia che gli utenti danneggiati avranno dei rimborsi: “Riteniamo doveroso scusarci con i clienti impattati che provvederemo a rimborsare proattivamente in conformità con la regolamentazione vigente. Il disservizio ha impattato su alcuni clienti, mentre la maggior parte delle persone connesse ha visualizzato gli eventi senza problema“.