Nuovo stadio Milan, l’annuncio che fa felici i tifosi: “Porte spalancate”

Si torna a parlare del nuovo stadio che Milan e Inter vogliono costruire per abbandonare il vecchio San Siro e cercare di ottenere maggiori benefici ed introiti con queste infrastrutture.

Nel 2023 appena cominciato, il Milan ha intenzione di muoversi finalmente in maniera concreta per un progetto che dovrebbe rappresentare una svolta nei piani commerciali del club.

nuovo stadio milan
Porte aperte allo stadio del Milan – Milanlive.it

Stiamo parlando del progetto legato al nuovo stadio, ovvero l’impianto dove Milan e Inter in simbiosi vorrebbero trasferirsi nel prossimo futuro per ottenere guadagni e benefici migliori.

L’idea è ormai nota: allontanarsi dall’attuale stadio di San Siro, considerato storico ma vetusto, è costruire un impianto all’altezza degli standard contemporanei ed internazionali, un progetto che farebbe guadagnare a Milan e Inter introiti importanti rispetto al presente.

Il sindaco di Sesto San Giovanni insiste: “Pronti ad ospitare lo stadio”

Il problema è che il progetto iniziale di Milan e Inter, ovvero abbattere il ‘Meazza’ per costruire nella stessa area un impianto nuovo di zecca disegnato dallo studio architettonico Populous, non ha ancora avuto il via libera.

I tentennamenti del Comune di Milano stanno facendo indispettire i due club calcistici. I quali hanno sempre fatto intendere di avere pazienza limitata e pronto anche un Piano B per la costruzione dello stadio in condivisione.

Tale piano alternativo si chiama Sesto San Giovanni, il comune a nord di Milano che ha già fatto sapere tramite il sindaco Roberto Di Stefano di essere pronto ad ospitare lo stadio di Milan ed Inter in futuro.

di stefano sesto
Le parole del sindaco di Sesto San Giovanni – Milanlive.it

Di Stefano ha rincarato la dose parlando così a Libero e aggiornando la situazione: Le porte non sono aperte, sono spalancate. Spostare lo stadio a Sesto è l’unica soluzione possibile sia per i club coinvolti che per uno solo, al limite. Abbiamo un’area dismessa da un milione e 500 mila metri quadrati. È già bonificata e con minime varianti al progetto potremmo partire in tempi rapidi. Tra l’altro è un’area privata, quindi non ci sono i vincoli che potrebbero esserci a Milano. Anche nell’ottica della città metropolitana che sarebbe il caso di ricordare che Milano non finisce con il solo territorio cittadino. Sesto è collegato da tre fermate della metropolitana, dalla tangenziale, dai mezzi, dalla ferrovia. In dieci minuti sei in Duomo. La rete dei servizi c’è, è capillare. Sarebbe un’ottima idea, noi siamo pronti”.

Dove si trova l’area ex Falck

L’area di cui parla il sindaco Di Stefano è quella dell’ex Falck, ovvero dello spazio dedicato alla fiera e sul quale dovrebbe nascere il famoso progetto MilanoSesto, un impianto dedicato a spazi commerciali, sportivi e di interazione popolare.

Un’enorme area che si trova proprio nella zona industriale di Sesto San Giovanni, al lato del lungo viale Italia. Tra l’altro sarebbe assolutamente raggiungibile dai cittadini e tifosi milanesi tra mezzi privati e pubblici.

A pochi metri dall’area ex Falck è presente sia la fermata metro Sesto 1° Maggio sia la stazione ferroviaria del comune. Inoltre nel giro di qualche chilometro passa sia la tangenziale di Milano, sia l’autostrada A4. Dunque il nuovo stadio sarebbe collegato alla perfezione.