Milan, fatta per una cessione: visite mediche e firma

I rossoneri hanno chiuso per la cessione in prestito del portiere: si trasferirà in Austria ma c’è il controriscatto

E’ fatta per una cessione in casa Milan nella giornata di oggi. Da qualche giorno ha preso il via la sessione invernale del calciomercato e il club rossonero si è già mosso in qualche modo.

Jungdal prestito
Fatta per Jungdal in prestito all’Altach – Milanlive.it

Oltre che lavorare per dei possibili colpi in entrata, la società rossonera sta portando avanti anche delle operazioni per sfoltire la rosa e una di queste si è appena concretizzata. La situazione più importante è sempre quella legata ai portieri. L’arrivo del colombiano Devis Vasquez dal Club Guaranì ha chiuso gli spazi nel ruolo di portiere a un altro elemento, che è stato quindi piazzato altrove per un periodo temporaneo.

Stiamo facendo riferimento al giovane Andreas Jungdal, che ormai non rientrava nei piani del Diavolo per questa stagione. L’estremo difensore danese è stato pertanto ceduto in prestito all’Altach, squadra che milita nel campionato austriaco. Il classe 2002 sarà tra l’altro allenato dall’ex attaccante della Lazio e della nazionale tedesca, Miroslav Klose, ora sulla panchina di questo club.

Jungdal all’Altach

Secondo quanto riportato da Sky Sport nelle notizie flash di mercato minuto per minuto, l’avventura di Jungdal in Austria è già iniziato con il giocatore che oggi ha sostenuto le visite mediche.

Al termine di queste la firma, per quello che è un prestito con diritto di riscatto, nel quale però Paolo Maldini ha voluto reinserire anche la formula del controriscatto. In questo modo la società si è riservata la possibilità di riportare il giocatore a Milanello. Il contratto di Jungdal con il Milan scade nel 2024 e quindi a fine stagione comunque il suo futuro sarà deciso. Ora il portiere andrà a farsi le ossa nella Bundesliga austriaca e, se verrà riscattato, si legherà al nuovo club fino al 2026.

Milan, la situazione portieri

I portieri nella rosa del Milan tornano dunque ad essere quattro. Con Mike Maignan ancora infortunato e i cui tempi di recupero non sono certi, il Milan avrebbe bisogno di un sostituto all’altezza. Servirebbe un numero uno di primo livello, che al momento non c’è. Ciprian Tatarusanu ha difeso la porta del Diavolo negli ultimi mesi, ma con più di qualche incertezza.

Con Antonio Mirante che è anche lui in uscita, in tanti aspettano con curiosità l’arrivo di Vasquez, per capire quale ruolo gli verrà affidato. Nel frattempo il Milan si è cautelato per la prossima stagione trovando l’accordo con Marco Sportiello, ma il suo arrivo non si è potuto anticipare. La Dea infatti avrebbe voluto un indennizzo per privarsene già ora.