Il Milan è ormai un ricordo: addio dopo sei mesi

Il calciatore potrebbe presto fare nuovamente le valigie. Arrivato in estate, la società è disposta a cederlo durante il calciomercato di gennaio

Dopo solo sei mesi il centrocampista è pronto a cambiare aria. Il club ha ormai deciso di mettere sul mercato il giocatore, provando ad intascare almeno un piccolo compenso.

Kessie addio barcellona
Kessie: dall’addio al Milan alla delusione col Barcellona -MilanLive.ite

Lasciare il Milan non è stata per nulla una buona idea: Franck Kessie a Milano era più di un leader. Era stimato ed apprezzato per le sue caratteristiche, per tutti era il ‘Presidente’. I tifosi, così come i compagni e Stefano Pioli, lo amavano, ma in estate il matrimonio con il club rossonero si è chiuso.

Il Diavolo ha provato a blindare il giocatore con un nuovo ricco contratto ma non c’è stato nulla da fare. Kessie ha deciso di lasciare a zero il Milan e di sposare il progetto del Barcellona.

Difficoltà evidenti

Le caratteristiche del centrocampista ivoriano sembravano sposarsi poco con l’idea di calcio del club catalano. I dubbi sono stati davvero tanti fin da subito e la scelta, dopo sei mesi, come molti avevano pronosticato, si è rivelata fallimentare. Dalla Spagna Gerard Romero, conferma che Kessie potrebbe lasciare il Barcellona già durante il calciomercato di gennaio.

Kessie addio barcellona
Kessie pronto a dire addio al Barcellona – MilanLive.it

Il club non appare soddisfatto del rendimento dell’ivoriano e sarebbe disposto a cederlo a cifre non elevatissime. L’ostacolo principale alla cessione del giocatore è legato all’importante stipendio. Kessie è stato accostato anche al Milan: tanti rumors ma nulla di davvero concreto. Difficile che ci possa essere una possibilità, anche se l’ex Atalanta tornerebbe di corsa in rossonero. Il suo nome è stato fatto anche per l’Inter ma la pista più percorribile sembra quella che potrebbe portarlo in Premie League, dove diverse squadre di metà classifica hanno fiutato l’affare. Attenzione però al Tottenham di Antonio Conte. Il tecnico italiano lo ha sempre apprezzato particolarmente. Chissà che il Milan non si ritrovi Kessie come avversario nella doppia sfida di Champions League contro gli Spurs.

Il Milan non sorride

Il divorzio estivo tra il Milan e Kessie non ha certo sorriso al Milan. I rossoneri, che avevano puntato con decisione Renato Sanches, alla fine si sono dovuti accontentare di Vranckx, che al momento (non solo per colpe sue) non ha offerto un rendimento paragonabile a quello dell’ivoriano. La separazione non ha giovato dunque a nessuno se non alle tasche di Kessie e del suo entourage.