Milan, ora può arrivare davvero: il colpo ad una condizione

Il Milan potrebbe tirare fuori dal cilindro il colpo di mercato finora inaspettato. Ma serviranno determinate condizioni per poter ingaggiare questo elemento entro fine mese.

In questi giorni il Milan è focalizzato al lavoro sul campo. La squadra di Stefano Pioli ha incominciato il 2023 balbettando, per colpa di alcuni risultati poco fortunati e decisamente sotto le aspettative.

colpo Milan
Il Milan tenta il colpo a sorpresa – Milanlive.it

La rimonta shock subita con la Roma, l’avvio pessimo di gara con il Lecce e soprattutto l’eliminazione a sorpresa dalla Coppa Italia già agli ottavi di finale. Brutte notizie per un Milan che fino a novembre scorso sembrava squadra solida e ancora molto difficile da scalfire.

Secondo l’opinione di molti, il Milan dovrebbe intervenire anche sul mercato di riparazione, per cercare di dare maggior profondità alla rosa a disposizione di mister Pioli. In particolare in un reparto: l’attacco, che al momento è solo ad appannaggio del sempreverde Giroud e di Rafa Leao. Per il resto c’è il vuoto.

Colpo di scena: il Milan può prendere una punta a gennaio

Anche se nei giorni scorsi Paolo Maldini ha ammesso, di fronte alle telecamere, di veder praticamente chiuso il mercato di riparazione del Milan in entrata, sembrano arrivare alcuni colpi di scena in prospettiva futura.

Dopo gli ultimi risultati, ma soprattutto a seguito dei tanti stop fisici subiti in rosa, il Milan starebbe cambiando idea. Non è ora da escludere l’ingaggio di un attaccante centrale entro fine gennaio.

Al Milan servirebbe un’alternativa vera a Giroud, che va verso i 37 anni di età e non può giocare con la stessa brillantezza tutte le partite. Ci sarebbe Divock Origi, rientrato dall’ennesimo stop muscolare, ma il belga a parte un paio di apparizioni positive finora è rimasto in disparte senza brillare.

alternativa Giroud
Caccia all’alternativa a Giroud – Milanlive.it

L’unica condizione per poter prendere un centravanti a gennaio è quella del prestito. Il Milan dunque non sembra intenzionato ad investire somme di denaro, a meno di un esborso a sorpresa della proprietà RedBird. Il calciatore che potrebbe sbarcare da qui a fine gennaio dovrà arrivare a titolo temporaneo, al massimo con diritto di riscatto annesso.

Pare che il Milan abbia già messo in conto, per l’estate 2023, di dover prendere un attaccante di spessore internazionale, nonostante il rientro di Lorenzo Colombo dal prestito al Lecce.

I possibili profili in prestito per il Milan

Difficile a questo punto fare nomi per il mercato di gennaio. Il Milan vuole un attaccante in prestito, ma certamente non sarà impresa semplice reperirlo nel giro di un paio di settimane, soprattutto se Maldini e Massara non intendono investire su “uno qualsiasi”.

Da scartare le ipotesi di giovani centravanti già accostati al Milan: elementi come Hojlund, Okafor o Kolo Muani sono tutti calciatori per cui servirà un esborso importante in estate.

Maldini andrà a caccia di un’occasione. Occhio anche nella nostra Serie A, dove alcuni attaccanti come l’atalantino Muriel, il fiorentino Jovic e il granata Sanabria potrebbero anche partire a titolo temporaneo.