Dai New York Yankees al Milan, è ufficiale: nuovo ingresso nel CdA

Il Milan accoglie nel proprio CdA una figura molto importante legata a Cardinale e ai New York Yankees. 

Sta facendo un po’ rumore l’assenteismo di Gerry Cardinale, che non ha presenziato alla partita di Supercoppa Italiana contro l’Inter. Ci sono tifosi del Milan che non hanno visto di buon occhio il fatto che non abbia voluto recarsi a Riyad per seguire la squadra da vicino in un derby che assegnava un trofeo.

Cardinale Levine Milan Yankees
Milan, nuovo membro del CdA dai New York Yankees – MilanLive.it

Era presente, invece, Gordon Singer. È il rappresentante della precedente proprietà Elliott ed è ancora dentro il Consiglio di Amministrazione rossonero. Nonostante il closing che ha consegnato il 99,93% delle azioni a RedBird Capital Partners, non c’è stato un taglio netto con il passato.

Paolo Scaroni è rimasto presidente e il nuovo amministratore delegato è Giorgio Furlani, ex manager di Elliott e già membro del CdA del club. La nuova proprietà è comunque presente con i suoi consiglieri: Cardinale stesso, Alex Scheiner, Niraj Shah e Isaac Hayden.

CdA Milan: entra anche il presidente dei New York Yankees

Il Milan ha ufficializzato un nuovo ingresso nel proprio Consiglio di Amministrazione. Si tratta di Randy Levine, americano classe 1955 che dal 2000 ricopre la carica di presidente dei New York Yankees. È uno storico amico e socio di Cardinale.

Il Milan e i New York Yankees sono legati da quando RedBird ha acquistato il club rossonero. Tra gli investitori dell’operazione c’è la famiglia Steinbrenner, proprietaria della celebre squadra di basket con la Yankee Global Enterprises. Inoltre, è nata un’importante partnership tra le parti. L’accordo prevede che il merchandise rossonero venga messo in vendita allo Yankee Stadium, mentre quello dei NYY è disponibile a Milano.

Inoltre, il Diavolo ha firmato una partnership con Yankee Entertainment and Sports Network (YES Network), del quale Cardinale è socio assieme alla Yankee Global Enterprises dei Steinbrenner.

Chi è Randy Levine

Levine è diventato presidente dei New York Yankees nel gennaio 2000, dopo aver lasciato la carica di vice-sindaco di New York che ai tempi era guidata da Rudolph Giuliani. In precedenza aveva lavorato anche nel Dipartimento di Giustizia dell’amministrazione Reagan.

Randy Lavine Milan New York Yankees
Randy Levine nel CdA del Milan – MilanLive.it

I NYY hanno vinto le World Series nel 2000 e nel 2009. Nella classifica di Forbes del 2022 sulle squadre di maggiore valore, gli Yankees (6 miliardi) sono quarti dietro Dallas Cowboys, New England Patriots e L.A. Rams. Per Sportico, invece, il club di New York è al top con 7 miliardi.

La Gazzetta dello Sport descrive Levine come un uomo dalle decisioni forti, uno risoluto e dai metodi duri. Cardinale in passato lo ha descritto così: “È brutalmente onesto, chiede tantissimo e ha poca tolleranza per chi non va le cose a modo suo. Mi rispetta perché io non mi tiro indietro“. Per il CdA del Milan un ingresso di alto profilo e che può dare un aiuto alla crescita del club, senza dubbio.