Calciomercato Milan, il Siviglia si tira indietro: via libera per il colpo a costo zero

Buona notizia per il mercato che verrà del Milan. Una concorrente importante si è defilata e dunque la strada per Maldini è in discesa.

Continua per il Milan la caccia ai rinforzi del futuro. Come è noto da tempo, la strategia di mercato della squadra rossonera è basata su due tipi di investimenti: giovani talenti di personalità e occasioni low-cost intriganti.

Paolo Maldini Siviglia
Strada in discesa per il colpo a centrocampo – Milanlive.it

Ecco perché Paolo Maldini non stenta a seguire il cosiddetto mercato dei parametri zero, ovvero le grandi occasioni di calciatori pronti a svincolarsi per scadenza di contratto. Un po’ come gli acquisti di Kalulu o Origi nel recente passato.

Nelle ultime settimane dall’estero si è detto e scritto di un centrocampista, di ottime qualità tecniche, pronto a cambiare aria ed a rifiutare di fatto il rinnovo con la sua squadra. Un talento della Bundesliga tedesca che ha voglia di provare nuove avventure internazionali.

Dahoud, il Siviglia si defila: il Milan ora è in pole

Il calciatore che il Milan, e non solo, starebbe seguendo è Mahmoud Dahoud. Duttile centrocampista, con ottime doti offensive, che milita da diversi anni nel Borussia Dortmund. Siriano ma con passaporto tedesco, il classe ’96 è una delle grandi occasioni estive tra i prossimi parametri zero.

dahoud milan
Concorrenza meno folta per il colpo Dahoud – Milanlive.it

La sua avventura, spesso da comprimario, con il Borussia è ormai ai titoli di coda. Il 30 giugno prossimo scadrà il contratto di Dahoud con i giallo-neri di Germania. Il centrocampista già in questi mesi potrebbe accordarsi a titolo definitivo con un altro club a sua scelta, nel quale trasferirsi a costo zero dal 1 luglio.

Il Milan è fiducioso in tal senso. Dahoud infatti, che ha comunque diversi estimatori europei, sarebbe uscito dal mirino del Siviglia. Il club andaluso, secondo le cronache di Estadio Deportivo, si è tirato indietro nella corsa al calciatore di nazionalità siriana. Forse questioni economiche, forse altri programmi per la squadra allenata da Jorge Sampaoli, che viene da una stagione molto complessa.

Oltre a Milan e Siviglia sulle tracce di Dahoud ci sarebbe anche il Napoli capolista di Serie A. Ma per ora la squadra guidata da Luciano Spalletti è rimasta nell’ombra e potrebbe puntare obiettivi diversi dopo la fine del glorioso campionato in corso.

Dahoud, ostacolo ingaggio per il centrocampista siriano

Il grande cruccio dell’affare Mahmoud Dahoud e di molti altri colpi a costo zero è sicuramente l’ingaggio. Infatti gli agenti del siriano pretendono uno stipendio per il proprio assistito tra i 4 ed i 5 milioni netti a stagione.

Il Siviglia ha fatto già intendere di non voler affatto accontentare tale richiesta, molto esosa anche per il Milan che ha in ballo altri rinnovi di contratto per somme simili (vedi Bennacer e Leao). Senza parlare delle possibili richieste sulle commissioni, anche quelle presumibilmente non leggere, mentre il Milan da anni si oppone ai ricatti degli agenti in tal senso.