Milan, la strigliata del consigliere comunale: “Basta cinema! A La Maura non si costruisce”

Milano, il consigliere comunale gela il Milan: “Niente stadio a La Maura”. Poi bacchetta i rossoneri e l’Inter: “Basta cinema sullo stadio”

Milano e tutto il calcio italiano in attesa di conoscere la decisione di Milan e Inter sul fronte stadio. La situazione tra i club e il comune di Milano continua ad essere poco chiara. Le parole del consigliere comunale gelano i rossoneri.

san siro
Milan e Inter, continua la polemica sullo stadio – MilanLive.it

Prima lo stadio insieme, poi separati. Prima San Siro, poi niente San Siro. Prima Milano, poi niente Milano, poi di nuovo Milano. Milan e Inter stanno avendo un percorso davvero turbolento per quanto riguarda il fronte stadio. Rossoneri e nerazzurri stanno avendo diverse diffic0ltà nel trovare una nuova casa che possa permettere ai club di aumentare i ricavi e l’appetibilità del brand.

L’unica cosa su cui i due club sembrano essere d’accordo è proprio questa: la necessità di avere al più presto uno stadio moderno e con servizi al pari di quelli dei grandi club europei.

I rossoneri al momento sembrano avere puntato la zona de La Maura per costruire il loro nuovo impianto. Gli ostacoli però sono parecchi.

Monguzzi, il consigliere “bacchetta” il Milan sul fronte stadio

A schierarsi contro la costruzione del nuovo stadio è stato anche Carlo Monguzzi, consigliere comunale di Milano dei Verdi. Ospite della trasmissione TVPlay, il politico si è espresso piuttosto duramente sulla ipotetica costruzione del nuovo stadio del Milan a La Maura. Il motivo sarebbe il fatto che si tratta di una zona verde. “Non si può consumare ancora verde, già Milano è la città più inquinata del paese. L’area deve restare verde” ha chiarito. “Non è colpa di nessuno, è la legge e non si può andare contro”. Secondo Monguzzi, i problemi del Milan verrebbero dopo quelli ambientali. “Stiamo andando verso il surriscaldamento del pianeta, dobbiamo diminuire”. Per questo stesso motivo è impensabile anche demolire San Siro.  “Si consumerebbero 210 mila tonnellate di co2. Una cosa enorme” ha spiegato.

san siro monguzzi
Milan e Inter, continua la polemica sullo stadio – MilanLive.it

La cosa ideale, dice lui, sarebbe ristrutturare San Siro in modo da rivalutare l’area come da esigenze della società. “Ci sono tanti progetti. farlo altrove sarebbe un peccato”. Ha invitato, però, ha scegliere cosa fare con chiarezza. “Ho impressione che Inter e Milan non sappiano neanche loro cosa vogliano fare” ha detto, e ha lanciato un appello ai club “Pensassero a cosa fare e ci facessero sapere” ha detto. “Sta diventando un cinema che annoia tutti” 

Ha sottolineato poi come sia diverso trattare con i Moratti o i Berlusconi o con i fondi speculativi. “Berlusconi si relazionava con la città. Capiva gli interessi. Un conto è parlare con i Moratti e i Berlusconi, un conto con un fondo che vuole solo guadagnare”.

Sarebbe comunque difficile trovare un punto d’incontro tra interessi della città e interessi economici dei fondi. A perderci comunque secondo lui saranno solo i club: “Ci rimetteranno i tifosi, e saranno loro poi a prendere a “legnate” i fondi. I tifosi dell’Inter sono già arrabbiati”.

Quanto al Meazza, qualsiasi sia la decisione continuerà a vivere: verrà ristrutturato, ceduto ad una delle sue squadre a prezzo di favore, oppure utilizzato per alte attività.