En-Nesyri al Milan, affare saltato: cifre e dettagli dell’offerta

Il Milan ha cercato di prendere un centravanti dalla Liga, l’affare non si è concretizzato: emergono i dettagli sull’offerta presentata.

La società rossonera nell’ultimo calciomercato estivo è intervenuta in ogni reparto, dando a Stefano Pioli più rinforzi: esattamente dieci. L’ultimo è stato Luka Jovic, attaccante arrivato dopo che altre prime scelte erano sfumate.

Milan, offerta per En-Nesyri: tutti i dettagli
Milan, i retroscena sul mancato ingaggio di Youssef En-Nesyri (Ansa Foto) – MilanLive.it

Com’è noto, il grande obiettivo del Milan era Mehdi Taremi. C’è stata una trattativa che non è sfociata nella fumata bianca, nonostante l’accordo raggiunto con il Porto. Ci sono stati dei tentativi anche per Patson Daka del Leicester e per Rafa Mir del Siviglia, però alla fine a Milanello è arrivato l’ex di Real Madrid e Fiorentina.

Calciomercato Milan, tentativo per En-Nesyri: come sono andate le cose

Oltre a Mir, anche Youssef En-Nesyri è stato un centravanti del Siviglia che il Milan ha provato a prendere. Il 26enne marocchino non aveva impressionato nella stagione 2021/2022 (5 gol e 3 assist in 29 presenze), ma nella scorsa ha fatto meglio (18 reti e 2 assist in 48 match) e ha spinto il club rossonero a fare un tentativo quando ha iniziato a complicarsi la possibilità di ingaggiare Taremi.

Milan, offerta per En-Nesyri: tutti i dettagli
Milan, i retroscena sul mancato ingaggio di Youssef En-Nesyri (Ansa Foto) – MilanLive.it

Stando a quanto spiegato da Relevo, l’offerta era la seguente: prestito oneroso da 5 milioni di euro con diritto di riscatto fissato a 25 milioni. Inoltre, Divock Origi si sarebbe trasferito in Andalusia in prestito con diritto di riscatto a 5 milioni. Il Siviglia ha detto no, perché voleva 30 milioni senza che l’ex Liverpool fosse compreso nell’operazione.

Sfumato Taremi e sfumato En-Nesyri, la dirigenza rossonera ha provato a trovare una soluzione low cost e ha ripiegato su Jovic. Come ha detto Pioli, il serbo era uno dei nomi della lista e quindi l’idea di poterlo prendere esisteva da prima. Non era una prima scelta, questo è palese, però la speranza è che possa tornare ai livelli visti quando giocava nell’Eintracht Francoforte.

In Germania ha realizzato 40 gol e 10 assist in 93 presenze. Il Real Madrid nel 2019 aveva deciso di investire 60 milioni per assicurarselo, ma Spagna le cose non sono andate bene: solo 3 gol e 5 assist in 51 gare. Alla Fiorentina ha avuto una stagione di alti e bassi, mettendo assieme 13 reti e 5 assist in 50 partite. Il Milan lo ha preso a titolo gratuito con un contratto annuale che prevede anche un’opzione per il prolungamento. Vedremo quale sarà il suo rendimento.