Milan, quale ruolo per Zlatan Ibrahimovic: si valutano tre opzioni

Il Milan spinge per riavere Zlatan Ibrahimovic in società. Sono tre i possibili e unici ruoli che l’ex attaccante potrebbe ricoprire nel club

E’ un periodo un pò caotico in casa Milan. La sconfitta nel derby ha lasciato una grande ferita aperta. Il 5-1 è stato un risultato troppo, netto, pesante e umiliante per Stefano Pioli e i suoi ragazzi. Si è cercato il riscatto in Champions League contro il Newcastle, ma nonostante l’ottima prestazione ha fatto parecchio discutere l’incapacità del Diavolo di segnare almeno una rete. Manca allora qualcosa alla squadra per contare su una grinta e una motivazione costante? Probabilmente sì, e la visita di Zlatan Ibrahimovic a Milanello lunedì scorso ne è forse la prova.

Ibrahimovic, tre possibili ruoli al Milan
Ibrahimovic, tre possibili ruoli al Milan (LaPresse) – MilanLive.it

Dopo il derby perso, l’ex attaccante svedese, assoluta stella rossonera, si è recato nel Centro Sportivo rossonero per una chiacchierata con Stefano Pioli e la squadra. Un segnale che ha fatto subito scaldare gli animi dei tifosi, speranzosi del ritorno di Ibrahimovic nel club per un ruolo di rilievo. Come raccontato qualche settimana fa, il Milan ha subito proposto a Zlatan la posizione di Club Manager una volta arrivata la scadenza naturale del suo contratto. C’è stato il no di Ibrahimovic, ancora indeciso sul suo futuro. Il Milan sembra però essere tornato all’assalto, sicuro che la presenza dell’ex può avere un ruolo cruciale e decisivo nella resa della squadra. Sono tre le posizioni possibili secondo calciomercato.com.

Ibrahimovic, esclusi due ruoli al Milan

Sia Giorgio Furlani che Gerry Cardinale hanno tentato di convincere Zlatan Ibrahimovic a tornare al Milan. Soprattutto il numero di RedBird, più recentemente, ha incontrato l’ex attaccante in un noto hotel centrale di Milano, proponendogli il ritorno. Al momento, nessuna risposta certa, ma sono tre le possibili strade che Ibra potrebbe percorre in rossonero. Innanzitutto, c’è da sottolineare che sarà impossibile vederlo al fianco di Stefano Pioli da vice allenatore, questo perché dovrebbe seguire dei corsi specifici per ottenere le dovute licenze da tecnico. Come è improbabile vederlo al fianco di Moncada e D’Ottavio da dirigente. Anche in questo caso servirebbe il brevetto adatto riconosciuto dalla Lega Calcio.

Ibrahimovic, tre possibili ruoli al Milan
Ibrahimovic, tre possibili ruoli al Milan (LaPresse) – MilanLive.it

Dunque, rimangono tre i possibili ruoli per Zlatan. Quello di Club Manager resta in pole, seppur non scalda i desideri e le ambizioni dell’ex attaccante. Un’altra strada percorribile è quella del Vice Presidente, come fatto da Pavel Nedved alla Juventus e da Javier Zanetti all’Inter. Infine, si potrebbe pensare all’entrata di Ibra nello staff di Pioli ma con ruolo a metà tra il motivatore e il mental coach. Una sorta di posizione ibrida per lo svedese. Ma prima, c’è da convincere Zlatan al ritorno, attualmente ancora indeciso sul da farsi.