Scommesse, Florenzi convocato dalla Procura Federale: il motivo

Ancora coinvolgimento per Alessandro Florenzi per quanto riguarda l’inchiesta sulle scommesse clandestine nel calcio italiano.

Novità a sorpresa per Alessandro Florenzi. Il calciatore del Milan, il cui nome è spuntato da settimane nell’ambito dell’inchiesta sulle scommesse clandestine nel calcio, è stato convocato dalla Procura Federale per ulteriori colloqui ed accertamenti nei suoi confronti.

Florenzi interpellato anche dalla Procura Federale
Scommesse, altro colloquio per Florenzi (Lapresse) – Milanlive.it

Lo ha riportato da poco l’edizione on-line de La Repubblica. Il quotidiano fa sapere come i legali di Florenzi restino comunque fiduciosi e non preoccupati per la posizione dell’assistito, il quale ha già conferito giorni fa con la Procura di Torino, chiarendo l’estraneità del coinvolgimento diretto.

Florenzi ha fatto sapere con una certa sicurezza di non aver mai scommesso sulle partite di calcio, bensì di aver utilizzato qualche sito web clandestino solo per giocare a blackjack o ad altri giochi d’azzardo, venendo di fatto ‘prosciolto’ dall’accusa legata al mondo del pallone.

Ma nelle ultime ore la Procura FIGC ha deciso di convocare il numero 42 del Milan. Questo secondo colloquio ufficiale può voler dire due cose: o nuove prove e tracce del coinvolgimento diretto di Florenzi nelle scommesse illecite sul calcio. Oppure il fatto che il rossonero possa essere a conoscenza di comportamenti illeciti in questo ambito di altri soggetti.

Una prova del fatto che su Florenzi possano esservi nuovi elementi importanti per la Procura è il fatto che sia stato nuovamente convocato dopo il colloquio con i PM di Torino. A differenza di Nicolò Zaniolo, altro calciatore coinvolto che però ha provato di essere soltanto reo di giochi d’azzardo illegali al di fuori dalle scommesse calcistiche.

Impostazioni privacy