Milan, il messaggio da brividi di Bennacer: “Non so cosa succederà ma…”

Le parole di Ismael Bennacer a Sportmediaset, dopo la lunga assenza per infortunio ed un ritorno tanto atteso e finalmente arrivato.

Ha visto la luce in fondo al tunnel, dopo più di 6 mesi di stop ed una lunga riabilitazione post-intervento al ginocchio. Ismael Bennacer è finalmente tornato in campo, con l’obiettivo di diventare un’arma in più per la manovra ed il gioco del Milan.

Bennacer e le emozioni del rientro
Intervista a Ismael Bennacer dopo il rientro in campo (Lapresse) – Milanlive.it

Il centrocampista numero 4 rossonero si è lasciato alle spalle il periodo di stop prolungato, dovuto alla lesione cartilaginea dell’articolazione. Ormai però è solo il passato, visto che Bennacer è abile ed arruolabile per il Milan e per le prossime importanti sfide tra campionato e coppa.

Oggi la redazione di Sportmediaset ha intervistato il centrocampista rossonero, in particolare sul suo stato d’animo dopo il rientro in campo: “Tornando in campo ho dimenticato l’attesa di questo mesi, un’emozione forte. Ero molto contento. Il periodo è stato difficile, fa parte del mio lavoro giocare e rischiare. I tempi sono stati giusti e ho lavorato bene per tornare il prima possibile”. Il messaggio più bello per i tifosi è però quello sul suo futuro: “Se resterei a vita? Perché no, non so cosa succederà in futuro ma il Milan è una squadra che è nel mio cuore”.

Bennacer sullo Scudetto: “Siamo in ritardo, ma ci proveremo”

Obiettivi già chiari per Bennacer sulle prossime gare e sulla corsa Scudetto: “Voglio dare una mano alla squadra, aggiungendo qualità e impegno. Non posso essere già al 100% ma lavoro per esserlo molto presto. Lo Scudetto? Siamo in ritardo, ma ci vogliamo provare, è ancora lunga e restiamo concentrati sul cammino stagionale”.

Bennacer e Pioli
Bennacer già parla di obiettivi e di futuro (Lapresse) – Milanlive.it

Sul cammino in Champions League: “Siamo il Milan, l’Europa ci compete. Sappiamo che è dura ma non è ancora finita. Se abbiamo una chance faremo di tutto per provarci”.

Il possibile ritorno nel club di Ibrahimovic: “Da compagno ci ha portato sempre qualcosa in più, è stato un fuoriclasse e non lo scopro certo io. Con gli altri nello spogliatoio non abbiamo ancora parlato di una sua futura presenza, ma certamente con il suo carisma ci aiuterebbe”.

Un parere sui suoi compagni, vecchi e nuovi: “I nuovi arrivati sono tutti molto forti, ognuno ha le sue caratteristiche. I centrocampisti in particolare sono molto molto forti. Stiamo lavorando per costruire qualcosa di nuovo e vincente. Adli? Canta bene (ride ndr), porta sempre allegria, è simpatico e scherza anche quando non è al top. E’ uno che pensa sempre alla squadra e ai compagni”.

Impostazioni privacy