Perché David al Milan a gennaio è difficile: soldi e non solo, gli ostacoli per l’affare

Il club rossonero sogna di portare il talentuoso canadese a gennaio a Milanello, ma l’esperto mette in guardia sulle difficoltà del colpo

Si avvicina ormai a grandi passi la riapertura ufficiale della sessione invernale di scambi, che mai come negli ultimi anni ha assunto un’importanza sempre crescente nell’aggiustamento di tutti quei difetti che le squadre hanno lamentato nella prima parte di stagione.

Si fa complicata la pista che porta a Jonathan David
Jonathan David resta un obiettivo del Milan, ma l’affare si complica (LaPresse) – Milanlive.it

Per restare alla recente storia rossonera, a gennaio sono arrivati profili del calibro di Zlatan Ibrahimovic e Fikayo Tomori. Due che hanno avuto un certo qual peso nel trionfo tricolore del maggio 2022. Se consideriamo che ora, classifica alla mano, il Diavolo è chiamato ad una rincorsa  – per alcuni impossibile – all’Inter capolista, se si vuole battere la strada della grande impresa è necessario acquistare dei profili di un certo tipo. Ma ne qui-ed-ora, non a luglio.

Tra i prestigiosi obiettivi cerchiati in rosso nell’agenda di mercato dell’Ad Furlani c’è da tempo Jonathan David, l’attaccante canadese del Lille già al centro di innumerevoli indiscrezioni di mercato nella scorsa estate.

Dapprima accostato ai ricchi club di Premier League, poi vicino al Napoli nel periodo in cui sembrava che Victor Osimhen – ironia della sorte ex Lille anche lui – potesse lasciare la città partenopea, il nordamericano è reduce da una stagione, la scorsa, dove ha letteralmente fatto sfracelli.

24 gol in 37 partite di Ligue 1 è stato il biglietto da visita del classe 2000. Che ha toccato una valutazione di mercato vicina ai 70 milioni. L’anno in corso non sta procedendo esattamente come il precedente, considerando che David ha finora segnato solo 5 reti in 15 gare. Forse disturbato dalle tante voci di mercato – inevitabili per un attaccante che ha ancora il contratto in scadenza a giugno 2025 – il canadese resta tra i più appetibili giocatori sul mercato. Il Milan non molla la presa, ma deve fare i conti con una realtà che si sta facendo vieppiù complicata.

David al Milan a gennaio, pista complicata

Gianluigi Bagnulo, la voce di Sky Sport per la Ligue 1, oltre ad aver presentato il Rennes (prossimo avversario dei rossoneri in Europa League), ha parlato anche della pista Jonathan David in Italia. Lo scenario dipinto non è certo tra i più beneauguranti per le ambizioni rossonere.

Si fa complicata la pista che porta a Jonathan David
Jonathan David, colpo complicato (LaPresse) – Milanlive.it

È possibile che il fatto che abbia segnato meno sia anche figlio di un umore un po’ così così del ragazzo. Che voleva già andare via in estate, e che poi è stato convinto a restare“, spiega il giornalista. “Non penso che possa lasciare il Lille a gennaio perché sono anche loro in corsa per un posto in Europa“, ha intanto puntualizzato Bagnulo.

Inoltre non hanno alternative davanti, infatti quando non gioca lui c’è Yazici che è un trequartista. Quindi i francesi hanno bisogno di Jonathan David. È un acquisto che non vedo facile, senza contare che oltretutto il Lille è una squadra che di solito spara prezzi altissimi e fuori portata per i club italiani“, ha concluso.

Serve considerare che, nonostante la deadline contrattuale sempre più vicina, il club transalpino non sembra ancora intenzionato ad abbassare le sue pretese economiche. La scorsa estate non sarebbero bastati 60 milioni per portar via il nordamericano dalla Ligue 1, e forse non bastano nemmeno ora.

La grande concorrenza stimola poi un accrescimento della reale cifra da corrispondere al Lille, che non vuole accelerare i tempi di una cessione che effettivamente, se fatta a gennaio, potrebbe essere ricordata come frettolosa.

Infine, essendo il club d’Oltralpe in piena corsa per un posto in Champions League, privarsi ora del miglior giocatore della rosa sarebbe quanto meno deleterio.

Impostazioni privacy