Esonero Pioli, la conferma di Di Marzio: “Ore di riflessione”

Il pareggio acciuffato in extremis a Salerno potrebbe non essere sufficiente a Stefano Pioli per essere confermato sulla panchina rossonera

Mai così lontani. La dirigenza del Milan e Stefano Pioli stanno vivendo ore di riflessione – evidentemente di segno diverso – dopo l’amaro pareggio di Salerno, che ha bloccato ancora una volta i rossoneri nel loro tentativo di rincorsa al vertice.

Pioli in bilico dopo la gara di Salerno
Stefano Pioli, la dirigenza medita clamorose decisioni (LaPresse) – Milanlive.it

Forse per la prima volta la posizione del tecnico parmigiano è realmente traballante. Dopo aver incassato la fiducia dell’ambiente nelle altre circostanze in cui si era ipotizzato un esonero, stavolta Pioli rischia sul serio. Non ci sarebbe dunque solo una parte sempre più consistente della tifoseria a chiedere la testa del tecnico: in società nessuno è contento del trend degli ultimi mesi.

Il giornalista Gianluca Di Marzio ha confermato che nel quartier generale rossonero si starebbe riflettendo seriamente sulla possibilità di interrompere il rapporto professionale con l’allenatore del 19esimo scudetto del Milan.

Pioli in bilico, Abate sullo sfondo: ecco la priorità

Al netto di possibili ultime spiagge rappresentate dalla prossima gara casalinga contro il Sassuolo – che rievoca bruttisismi ricordi dopo la manita subìta lo scorso gennaio – Cardinale e Furlani non scartano a priori l’ipotesi interna, rappresentata da Ignazio Abate.

Un nome già accostato alla prima squadra qualche settimana fa, ma che presenta non pochi problemi trattandosi di una sorta di salto nel vuoto. La novità è che insieme a Pioli potrebbero rischiare l’esonero anche alcuni membri dello staff, ritenuti evidentemente responsabili del clamoroso numero di infortuni (30) che ha colpito il Milan in stagione. In questo senso il preparatore atletico Matteo Osti, un fedelissimo dell’allenatore ex Lazio ed Inter, potrebbe subire lo stesso destino di Pioli.

Ad ogni modo, per il momento, non sono attese decisioni imminenti dagli Stati Generali del club meneghino. Dopo una videocall in mattinata tra l’allenatore e la dirigenza, Pioli ha diretto regolarmente l’allenamento della mattinata: una sessione di scarico, alla quale nessun dirigente ha assistito, per i protagonisti della serata di Salerno.

La priorità del club appare, in attesa del prossimo confronto di campionato, fare chiarezza sulla maledizione infortuni, che ieri ha colpito un pilastro come Fikayo Tomori. Secondo quanto riportato dall’agenzia ANSA, tutto lo staff dirigenziale intende prendere in mano la situazione per porre freno ad un qualcosa che ha delle inevitabili ripercussioni sulle scelte – praticamente assenti, in mancanza di alternative – di Pioli e sui risultati della squadra.

Impostazioni privacy