Milan, l’ex saluta e ringrazia: “Mi hanno fatto diventare uomo. Pioli mi ha aiutato”

Il giovane attaccante è andato in prestito in Serie B ma non dimentica i rossoneri: “Non smetterò mai di ringraziarli”

Il mercato di gennaio per il Milan non è stato proprio indimenticabile. Il club rossonero ha acquistato il solo Filippo Terracciano dal Verona e riportato a Milanello Matteo Gabbia dopo il prestito al Villarreal, rinunciando al colpo in difesa.

Ringrazia il Milan dopo la cessione
Il giovane attaccante ringrazia il Milan dopo la cessione (Lapresse) – Milanlive.it

Da registrare per il club rossonero ci sono però anche le uscite. Oltre alla cessione a titolo definitivo di Rade Krunic al Fenerbahce, la dirigenza del Diavolo ha lasciato partire anche alcuni giovani in prestito. Fra questi c’è Chaka Traoré, il giovane attaccante ivoriano che è andato a farsi le ossa in Serie B al Palermo. Il Milan ha chiuso con i siciliani per un prestito con diritto di riscatto fissato a 10 milioni di euro.

Il classe 2004, che i rossoneri hanno prelevato tre anni fa dal Parma, in questa prima parte di stagione ha fatto la spola tra la Primavera di Ignazio Abate e la Prima Squadra. Stefano Pioli è rimasto colpito dalle sue qualità e lo ha fatto esordire con la maglia del Milan. Il ragazzo ha sfruttato l’occasione e alla seconda presenza, nella trasferta contro l’Empoli, ha anche realizzato il primo gol in Serie A.

Chaka Traoré si presenta al Palermo

Chaka Traoré ora proverà a dare una mano al Palermo nella lotta per la promozione. Nella conferenza stampa di presentazione l’attaccante ha spiegato le sue ambizioni, ma ha anche ringraziato tutto il mondo Milan.

Ringrazia il Milan dopo la cessione
Il giovane attaccante ringrazia il Milan dopo la cessione (Lapresse) – Milanlive.it

Queste le sue parole di gratitudine per il club rossonero: “Ho imparato un mondo calcistico e sono cresciuto molto anche a livello personale. Il Milan, oltre all’aspetto calcistico, ti insegna anche ad essere uomo, una brava persona in tutti gli ambiti. Io ho lavorato non solo sul campo ma anche con le persone. Mi hanno accolto come un figlio: non smetterò mai di ringraziare il Milan per quello che mi ha dato”.

Parole al miele anche per Pioli, che ha creduto in lui da subito: “Posso solo ringraziarlo per tutto quello che ha fatto per me. Mi ha aiutato a raggiungere i miei obiettivi. Quando ha saputo che sarei andato a Palermo mi ha detto che avrei dovuto dare il massimo e mi ha fatto i complimenti”.

Il giovane attaccante non si è detto preoccupato per la formula del trasferimento, sostenendo che vive il presente, e che al momento è focalizzato sul fare il meglio possibile e aiutare la sua nuova squadra. Il diciannovenne ha poi spiegato, in merito al suo ruolo, di preferire la fascia sinistra, ma di essere disposto a giocare in ogni zona in base alle esigenze dell’allenatore.

Impostazioni privacy