Panchina Milan, scelta a sorpresa: decide Pioli?

Mentre si fanno tanti nomi per la panchina futura del Milan, spunta un’indiscrezione che riguarda direttamente mister Stefano Pioli.

Nonostante il Milan abbia in ballo numerose situazioni ed opportunità da qui alla prossima estate, per raggiungere traguardi ancora importanti in stagione, circolano parecchie voci riguardanti il futuro della panchina e di Stefano Pioli.

Pioli potrebbe prendere questa decisione
Stefano Pioli pronto a prendere questa decisione (Lapresse) – Milanlive.it

In tanti sono convinti che la società guidata da Gerry Cardinale possa decidere per il cambio alla guida tecnica. Dopo quasi cinque stagioni il tecnico rossonero potrebbe vedere chiudersi la sua esperienza a Milanello, in cui ha raggiunto degli obiettivi forse quasi insperati, tra cui lo Scudetto del 2022 e le semifinali di Champions League dello scorso anno.

Si fanno già tanti nomi di possibili e papabili nuovi tecnici, da profili altisonanti (qualcuno parla persino di una tentazione Jurgen Klopp) ad altri più futuribili e di prospettiva. Ma secondo quanto riportato dalla redazione di Sportitalia, il cambiamento potrebbe arrivare non tanto dallo stato maggiore del Milan, bensì dal diretto interessato in prima persona.

Milan, e se fosse Pioli a decidere di andare via?

Bisognerebbe anche guardare l’altro punto di vista E se fosse Stefano Pioli a dire basta al Milan anziché attendere la decisione della dirigenza? Secondo l’emittente televisiva, potrebbe essere una decisione dell’allenatore emiliano quella di chiudere la sua esperienza a Milanello nel giugno 2024.

Milan, colpo ideale in difesa
Potrebbe essere Pioli a levare le tende (Lapresse) – Milanlive.it

Infatti Pioli ha diverse proposte dalla Serie A e dall’estero. Si parla di interessamenti di Napoli e Roma, squadre rivali del Milan che stimano particolarmente l’allenatore rossonero. Il quale sarebbe anche tentato da un’esperienza fuori dai confini italiani. Insomma, non mancherebbero le proposte per il tecnico ex campione d’Italia, che a questo punto potrebbe anche tirarsi fuori da solo.

Per l’allenatore sono stati anni molto pesanti, soprattutto quelli post Scudetto. Ecco perché prendere questa decisione e togliere il peso della scelta alla dirigenza. La testa è tutta concentrata sui prossimi impegni, sulla possibilità di portare il Milan in finale di Europa League e ottenere una qualificazione facile in Champions tramite il campionato. Ma ad inizio estate sarà il tempo delle grandi decisioni.

Intanto prosegue il valzer di nomi per la panchina del Milan dal 2024-2025: oltre ai profili di Conte e Thiago Motta si è iniziato a valutare anche qualche profilo estero. Sotto osservazione i vari Lopetegui, Xavi e persino Gallardo, argentino che oggi allena in Arabia Saudita.

Impostazioni privacy