De Zerbi al Milan: “Sì ad una condizione”

De Zerbi spera di tornare ad allenare in Serie A: Nicolini, preparatore atletico dello Shakhtar, ne ha parlato a TV Play.

C’è grande curiosità di sapere chi sarà il prossimo allenatore del Milan e probabilmente servirà ancora parecchio tempo per avere una risposta. La dirigenza continua a ribadire la propria fiducia in Stefano Pioli, ma al tempo stesso la conferma non è affatto scontata.

De Zerbi al Milan: parla Nicolini
De Zerbi punta al ritorno in Italia (Ansa Foto) – MilanLive.it

Il tecnico emiliano deve fare due cose per avere chance concrete di rimanere al suo posto: qualificarsi alla prossima Champions e andare fino in fondo nell’attuale Europa League. Ovviamente, la società valuterà non solo questi risultati, ma anche il lavoro quotidiano a Milanello, le prestazioni della squadra e la crescita dei singoli calciatori. Ci sono più elementi da considerare per arrivare a una conferma oppure a una separazione.

De Zerbi sogno realizzabile per il Milan?

Sono tanti i nomi accostati alla panchina del Milan, alcuni fattibili e altri decisamente più difficili da immaginare in rossonero. Nella seconda lista fa parte Roberto De Zerbi, vincolato al Brighton da un contratto con scadenza giugno 2026 che prevede una clausola di risoluzione da circa 10 milioni di sterline (11,7 milioni di euro).

De Zerbi al Milan: parla Nicolini
De Zerbi punta al ritorno in Italia (Ansa Foto) – MilanLive.it

Carlo Nicolini, preparatore atletico dello Shakhtar Donetsk, ha conosciuto De Zerbi durante l’esperienza dell’allenatore lombardo in Ucraina. A proposito del suo futuro ha parlato a TV Play: “L’ha detto più volte, vuole tornare in Italia. Però andrà soltanto in una big che lo segue in tutto e per tutto. Non prenderà una squadra tanto per prenderla, deve esserci un progetto che gli piaccia e che lo coinvolga in prima persona. È un allenatore particolare che deve essere appoggiato nelle sue idee. Andrà dove vedrà che c’è più feeling e dove può essere in primo piano. I club stranieri hanno più disponibilità di assecondarlo, in Italia un po’ meno“.

Lo stesso RBZ ha detto che spera di tornare ad allenare in Serie A in futuro, senza indicare una tempistica esatta. Certamente la clausola che lo lega al Brighton è un ostacolo a un eventuale ritorno, perché è difficile immaginare che il Milan paghi la cifra indicata nel suo contratto. A proposito, per lui guidare i rossoneri sarebbe la realizzazione di un sogno, visto che aveva indossato quella maglia nel settore giovanile e poi non è riuscito a farsi strada in Prima Squadra. Magari da allenatore potrebbe scrivere una storia diversa con il Milan. Oggi, però, rimane tutto nel campo delle ipotesi e non c’è nulla di concreto che faccia pensare al suo arrivo.

Impostazioni privacy