Milan-Atalanta, la sentenza dell’ex arbitro: “Rigore ridicolo!”

Si continua a discutere del rigore concesso all’Atalanta domenica sera, durante il match di campionato contro il Milan a San Siro.

Da quando è stato inserito l’ausilio del VAR, ovvero dell’assistenza video per gli arbitri in tempo reale, tutti hanno pensato che gli episodi dubbi e le discussioni da moviola sarebbero calate drasticamente. Invece ultimamente non c’è weekend che trascorra senza polemiche e proteste, strascichi di episodi controversi.

Il rigore contestato all'Atalanta
Altri dubbi sul rigore concesso all’Atalanta (foto dazn) – Milanlive.it

Colpa forse di una normativa, legata alla direzione arbitrale ed all’ausilio del VAR, che non è stata conformata al calcio moderno, soprattutto perché in sala video ogni contatto, ogni minima infrazione, sembra essere enfatizzata come irregolarità assoluta, da punire anche con le massime punizioni.

Da qui nasce la discussione sul rigore concesso all’Atalanta domenica sera, nel match di campionato giocato a San Siro contro il Milan. Al 42′ del primo tempo Giroud ha colpito, in maniera non così eccessiva, l’avversario Holm sugli sviluppi di un corner. Una volta richiamato al video, l’arbitro Orsato ha deciso di decretare il penalty, ritenendo comunque falloso l’intervento del 9 milanista.

Casarin contro la moda dei ‘rigorini’

Una decisione, quella di Orsato, che non è andata giù ai milanisti. In particolare a Stefano Pioli, che nel post-partita di Milan-Atalanta ha fatto intendere come il contatto Giroud-Holm fosse davvero lieve e che il difensore nerazzurro si sia portato la mano sul volto, quando invece era stato colpito lievemente sul fianco.

Casarin contro i rigorini
Casarin considera il rigore su Holm come un ‘rigorino’ (Lapresse) – Milanlive.it

Un altro personaggio contrario a questo tipo di decisioni arbitrali è un esperto in materia di lunga data. Ovvero Paolo Casarin, storico direttore di gara italiano. Interpellato per parlare di moviola su Radio Rai, l’ex arbitro non ha utilizzato mezzi termini, parlando anche di sistema ridicolo per la gestione dei calci di rigore.

IAnche l’episodio di Milan-Atalanta fa parte della categoria dei rigorini e tutti ne hanno ricevuti e subiti. Un sistema accettato dai piani alti già 5 anni fa e che trovo ridicolo. Orsato non può vedere in tempo reale, quindi c’è Irrati che è il più bravo Var al mondo. Quando rivede in TV fa aggravare i contatti. L’arbitro va al monitor e si fida del suo collega. Speriamo non capiti più”.

Il giudizio di Casarin è piuttosto netto e conferma la teoria di Pioli, del ‘rigorino’ che poteva tranquillamente non essere fischiato. Anche Gasperini, seppur soddisfatto del pareggio, ha fatto intendere di essere poco d’accordo con questi arbitraggi moderni, dove ogni singolo contatto può portare ad una massima punizione.

Impostazioni privacy