Milan, il rinnovo si complica: così può perdere il suo gioiello

Notizie non troppo positive per quanto riguarda il rinnovo di uno dei calciatori più preziosi del Milan attuale. Il contratto è in stand-by.

Una delle mosse principali che il Milan intende fare per assicurarsi un futuro roseo e una certa continuità nelle zone alte della classifica e del ranking Uefa è senza dubbio blindare i suoi calciatori migliori. Sia coloro che con maturità ed esperienza sanno trascinare il gruppo, sia i talenti considerati dal sicuro avvenire.

Milan, il rinnovo in alto mare
La firma sul contratto sembra più complicata del previsto (Lapresse) – Milanlive.it

I rinnovi di contratto sono alla base della costruzione di una squadra e di un progetto tecnico a medio-lungo termine. Lo sanno bene i dirigenti di via Aldo Rossi, che già in queste settimane stanno cercando di portare avanti i dialoghi con alcuni elementi importanti del Milan.

Non solo Mike Maignan o Theo Hernandez, entrambi titolarissimi e tutti e due vogliosi di ridiscutere condizioni e scadenze dei rispettivi contratti. Ma anche un calciatore più giovane e di prospettiva è al centro delle cronache per le trattative per un nuovo accordo con il Milan, che al momento non sono ancora giunte a felice conclusione.

Le ultime su Camarda: accordo ancora lontano

Stiamo parlando ovviamente di Francesco Camarda, il gioiello più luminoso e più chiacchierato del settore giovanile del Milan. Il classe 2008, già debuttante in Serie A qualche mese fa, è considerato un centravanti implacabile nel vivaio, con un avvenire splendente di fronte a sé.

Camarda, firma più lontana
La firma di Camarda non è così vicina (Lapresse) – Milanlive.it

Il problema è che il 16enne Camarda non ha ancora messo la firma sul suo primo contratto da semi-pro con i rossoneri. Nonostante abbia da poco celebrato il compleanno dopo il quale può diventare un calciatore a tutti gli effetti, Camarda appare ancora lontano dalla firma sul rinnovo triennale, il massimo consentito per gli Under 18.

Peppe Di Stefano, inviato di Sky Sport, ha dato gli ultimi aggiornamenti sull’affare: “La situazione è ferma e ciò non è un fattore positivo. Le sensazioni non sono buone, sarà un affare in salita, perché se si fosse trovato l’accordo Camarda avrebbe già firmato. Ma è presto, va resettato tutto e lavorare con la famiglia. C’è tempo per trovare la quadra, perderlo sarebbe un delitto per tutto il calcio italiano”.

Dunque al momento le sensazioni sul rinnovo di Camarda non sono proprio rosee. Ma come detto da Di Stefano c’è ancora tempo per mettersi d’accordo ed evitare che le tentazioni di club esteri (Manchester City e Borussia Dortmund su tutti) possano avere la meglio sulla fede milanista del baby bomber.

Impostazioni privacy