Milan da Champions, l’orgoglio di Pioli: “Non siamo distanti dal livello di Real e City”

Il livello del Milan è da fasi finali della Champions: ne è convinto Stefano Pioli, che lo ha ribadito alla vigilia della sfida con la Roma

La sfida con la Roma valida per i quarti di finale di Europa League è probabilmente la più importante della stagione per il Milan di Pioli. Una sfida delicatissima che arriva a poche ore dal pirotecnico pareggio per 3-3 tra Real Madrid e Manchester City. Una partita che ha fatto entusiasmare milioni di tifosi in tutto il mondo e che ha fatto nascere un interrogativo in molti i tifosi del Milan: quanto tempo servirà ai rossoneri per arrivare a quel livello? Una domanda lecita, anche se Pioli sembra convinto che la distanza anche adesso non sia così ampia come sembra.

Dichiarazioni Pioli sulla Champions
Milan, Pioli alza la testa: il paragone con City e Real (Ansa) – Milanlive.it

Intervenuto in conferenza stampa a poche ore dalla partita con la squadra giallorossa allenata da De Rossi, il tecnico rossonero ha ovviamente esaltato lo spettacolo offerto da Real Madrid e Manchester City, e in generale dalle grandi d’Europa che si stanno contendendo i quarti di finale di Champions. Ma questo non vuol dire che il Milan, impegnato adesso in Europa League, sia così distante da quel livello, da quel tipo di traguardi.

Anzi, secondo l’allenatore è vero l’esatto contrario. I rossoneri, in questa stagione e anche nelle precedenti, hanno dimostrato di potersela giocare con tutti, anche per i massimi obiettivi europei. Non bisogna infatti dimenticare, sottolinea Pioli, che meno di un anno fa il suo Milan ha centrato una grande semifinale di Champions, e che con un pizzico di fortuna in più, dal suo punto di vista, avrebbe anche potuto ambire a raggiungere la finale. E questo qualcosa vorrà pur dire.

Milan al livello dei top club di Champions: le parole di Pioli non lasciano dubbi

Non penso che il Milan sia molto distante dal livello di City e Real“, ha sentenziato in conferenza, senza troppi giri di parole, il tecnico rossonero. E a riprova di tale tesi ha voluto sottolineare come, appunto, lo scorso anno il Milan sia riuscito ad arrivare fino in semifinale di Champions, dando continuità a quel risultato anche quest’anno, con il traguardo, fin qui, dei quarti di Europa League.

E per quanto le due competizioni siano differenti, dai quarti in poi, secondo Pioli, il livello è molto simile. Se i rossoneri fossero stati in Champions e il Borussia in Europa, o se si fossero scambiate squadre come Arsenal e Liverpool, o anche Bayer Leverkusen e Atletico Madrid, le cose non sarebbero molto cambiate. Il livello tra tutte queste formazioni è simile, se non addirittura uguale.

Parole Pioli su City e Real
Milan come le big di Champions: la convinzione di Pioli (Ansa) – Milanlive.it

Per quanto lo spettacolo di Real-City sia stato abbagliante, non deve quindi sminuire in nessun modo il cammino dei rossoneri. Anzi, a riprova di quanto bene abbiano fatto anche nelle competizioni continentali, e di quanto il livello del club sia ormai molto elevato, c’è secondo Pioli il fatto che l’eliminazione dalla Champions quest’anno è scaturita quasi per casualità.

Siamo usciti nell’unico girone con due squadre ancora ai quarti“, ha sottolineato Pioli, senza peraltro rimarcare come l’eliminazione sia arrivata solo per differenza reti, a favore di un PSG che nell’intero girone non aveva fatto nulla per dimostrarsi superiore ai rossoneri. E questo non può che dare maggior peso alla sua tesi: il fatto che il Milan non sia in Champions a questo punto della stagione non toglie nulla al livello raggiunto dal club, ma è frutto di pochi risultati girati nel verso sbagliato.

Impostazioni privacy