Cancelo al Milan: clamorosa rivelazione

Le dichiarazioni in diretta non lasciano alcun dubbio. E’ stato il portoghese ad aver parlato del trasferimento in rossonero

Sarà un mercato mirato quello che vivrà il Milan la prossima estate. Nessuna rivoluzione, come la scorsa stagione, ma un acquisto per reparto. 

Leao porta Cancelo al Milan
Cancelo al Milan: Leao ci ha provato (LaPresse) – MilanLive.it

I tifosi rossoneri si aspettano così certamente un centravanti che possa raccogliere l’eredità di Olivier Giroud, ma anche un centrocampista, che possa dare una mano al reparto arretrato ed un difensore centrale. Il mondo Milan, però, si augura anche di vedere un nuovo terzino destro.

Serve fare il salto di qualità su quella fascia e non è un caso che in questi giorni sono stati accostati al club di via Aldo Rossi due nuovi difensori, Emerson Royal, che può lasciare il Tottenham per una ventina di milioni, e Thiago Santos, che si sta mettendo in mostra con la maglia del Lille.

Un altro portoghese, dunque, come Rafa Leao, come João Cancelo. Proprio il 29enne, capace di giocare sia a destra che a sinistra, avrebbe accettato ben volentieri un trasferimento al Milan.

E’ stato il numero dieci del Diavolo a rivelarlo in un’intervista a Fabrizio Romano: “Ero in nazionale e stavo parlando con lui  e mi diceva “mi piace il Milan, è un bel club”, allora gli ho detto: “Vieni” (ride, ndr). Mi ha detto che sarebbe stato difficile, era al Manchester City. Ci ho provato. Oggi al Milan ci sono giocatori giovani con grande talento, quindi… Cancelo è nel “mezzo”, sarebbe stato perfetto”. 

Leao: “So in cosa migliorare”

Nel corso dell’intervista, Leao ha parlato anche del suo amore per il Milan: “Il club rossonero ha tutto. Stadio, tifosi, passione, la città. Tutto, tante cose”. Poi si è soffermato sulla sua voglia di migliorare.

Leao porta Cancelo al Milan
Leao parla anche di Ibra e del suo obiettivo (LaPresse) – MilanLive.it

C’è un aspetto in cui può crescere ancora tanto e che può renderlo davvero un fuoriclasse: “La finalizzazione – prosegue Leao -, penso di poter segnare più gol. Per essere tra i top devo segnare ed essere più decisivo davanti al portiere. Ci sto provando e mi sento un attaccante, uno che deve finalizzare: in quei momenti devi rimanere freddo e concentrato. Devo migliorare”.

La prossima stagione, dunque, Leao è chiamato a segnare ancora più goal. Al suo fianco ci sarà sempre Zlatan Ibrahimović, anche se in vesti diverse: “Mi ha aiutato ad essere più concentrato davanti alla porta, a tirare bene. Mi ha aiutato su due cose: mentalità e concentrazione. Sapeva che se fossi stato concentrato durante la partita avrei fatto un’enorme differenza. Qualche volte ero nervoso durante la partita, lui no e non smetteva di parlarmi dicendomi di rimanere concentrato, di continuare e che il gol sarebbe arrivato. Quando hai un compagno come lui che ti dice cose del genere ti fa sentire a tuo agio”

Impostazioni privacy