Fonseca-Milan, il “no” ribalta la situazione: tutto da rifare

Sono ore decisive per la scelta definitiva del nuovo tecnico che siederà sulla panchina rossonera al posto di Stefano Pioli

La stagione 2023-24 per i rossoneri è andata definitivamente in archivio con il rocambolesco pareggio contro la già retrocessa Salernitana che comunque non ha modificato la posizione finale raggiunta dalla squadra allenata da Stefano Pioli. Un secondo posto che in ogni caso ha lasciato non del tutto contenta una piazza che ha visto alzare il trofeo dello scudetto proprio ai rivali cittadini dell’Inter.

La tifoseria non è contenta della scelta – Milanlive.it – Ansa foto

 

Ecco perchè, proprio alla vigilia dell’ultima partita stagionale, l’allenatore vincitore dello scudetto soltanto due anni fa, aveva annunciato che non sarebbe stato confermato sulla panchina rossonera. Sono ore di lavoro febbrili per la dirigenza del club oramai sul punto di annunciare Paulo Fonseca come nuovo allenatore del Milan per la prossima stagione, mentre restano ore di grande attesa per i tifosi, poco contenti della scelta che sta per essere fatta.

Una scelta che sembra oramai fatta

Campionato finito, stagione in archivio, ma resta un malcontento diffuso tra la tifoseria del Milan a causa non solo dell’esito finale di un campionato che ha regalato sì un secondo posto, ma dietro ai rivali dell’Inter di Simone Inzaghi, neo Campioni d’Italia, ma soprattutto per la scelta che sta per essere fatta sul nuovo allenatore che andrà a prendere il posto del non confermato Stefano Pioli. Tutti i rumors di mercato infatti convergono sul nome del portoghese Paulo Fonseca, che però non sembra scaldare i cuori della tifoseria rossonera, come ha confessato ai microfoni di Notizie.com, l’attore e grande tifoso del Milan, Gianmarco Tognazzi. Io finché le cose non sono ufficiali preferisco non dare un commento definitivo”, afferma l’attore italiano, “sinceramente non mi sconvolge. Io sarei per un allenatore più tosto. Se hai deciso di cambiare Pioli, devi andare sul sicuro e scegliere un profilo che ha polso, che riporti la squadra ad avere voglia di vincere. E questo può avvenire solamente con un allenatore di grande personalità. I nomi, a differenza degli anni scorsi, ci sono. Poi, ripeto, per dare un giudizio definitivo sulla scelta fatta dalla società aspetto l’ufficialità”.

Il saluto a Pioli – Milanlive.it – Ansa foto

 

Un nome che non convince

Quello dell’ex tecnico della Roma è un nome che scalda poco l’ambiente rossonero, come sottolinea ancora Tognazzi. “C’è bisogno di un nome in grado di riaccendere un certo tipo di entusiasmo e probabilmente Fonseca non lo fa. Costacurta nei giorni scorsi ha parlato della necessità di avere al Milan un tecnico di polso e sono d’accordissimo con le sue parole. Le possibilità non mancano. Vedi per esempio Conte, Klopp, anche se quest’ultimo ha dichiarato di volersi fermare per un anno. Poi vedremo quale sarà la scelta definitiva della società. Ma Fonseca non è sicuramente quel nome che mi sconvolge”. Se sarà davvero il tecnico portoghese il prescelto in casa rossonera, dovrà subito superare la diffidenza della tifoseria, un inizio quindi in salita per una stagione che dovrà essere quella del riscatto per il Milan.

Impostazioni privacy