Ribaltone Djokovic, ora è ufficiale: mondo del tennis rivoluzionato

Cambia tutto per Novak Djokovic, ribaltone clamoroso che riguarda il fuoriclasse serbo: che cosa succede al Roland Garros

Riflettori puntati su tanti personaggi chiave, nel mondo del tennis, nell’attuale edizione del Roland Garros, una delle più incerte di sempre. Naturalmente, tra coloro che sono maggiormente sotto osservazione, c’è Novak Djokovic, dominatore del ranking ATP negli ultimi anni, ma alle prese con un periodo piuttosto complicato.

Ribaltone Djokovic, rivoluzione nel tennis
Novak Djokovic al Roland Garros, un passaggio fondamentale per il prosieguo della sua carriera (fonte: © LaPresse) – Milanlive.it

Il 2024 non è iniziato alla grande per lui, per usare un eufemismo. Il vero Novak si è visto solamente a sprazzi, un po’ poco considerata la sua fama. Nei tornei disputati in questa stagione, il serbo non ha mai raggiunto una finale. Ed è però il risultato minimo che gli servirebbe al Roland Garros per essere sicuro di conservare il primato in classifica.

Jannik Sinner incombe ed è pronto a rilevare il suo scettro, nonostante anche l’altoatesino per i problemi all’anca non sia al meglio. Djokovic ha vissuto diverse difficoltà soprattutto di recente, con l’uscita di scena anticipata a Roma e il tonfo nella semifinale a Ginevra.

Nessuna conseguenza, pare, per il colpo alla testa ricevuto al Foro Italico in maniera accidentale da una bottiglietta caduta dagli spalti. Ma il serbo ha confessato, dopo la sconfitta in Svizzera a opera di Machac, di non sentirsi in gran forma e di avere sensazioni contrastanti per lo Slam parigino.

Djokovic, la svolta: al Roland Garros con un nuovo allenatore

A incidere, in questa prima metà di 2024, probabilmente anche l’addio con lo storico allenatore Ivanisevic. Cui ora Djokovic porre rimedio. Al Roland Garros, si presenterà con un nuovo allenatore.

Djokovic, nuovo allenatore al Roland Garros
Novak Djokovic e il “debutto” con un nuovo allenatore al Roland Garros (fonte: © LaPresse) – Milanlive.it

Nel box del numero uno al mondo, Nenad Zimonjic sarà affiancato da Boris Bosnjakovic, come ha spiegato lo stesso Djokovic in conferenza stampa. “Al momento non ho una soluzione di allenamento a lungo termine – ha affermato – Nenad è vicino a me come amico e come mentore, Boris ha grande esperienza e fa già parte del mio bagaglio tecnico di squadra per analizzare gli avversari, le partite e il gioco. Lavorerà con me sull’analisi, la preparazione e la tattica“.

Un compito delicato, senza dubbio, quello di accompagnare il 37enne di Belgrado in una fase cruciale della sua carriera. Per provare a se stesso e al mondo di essere ancora il numero uno e di poterlo essere ancora a lungo. Vedremo quali saranno le risposte del campo.

Impostazioni privacy