Batistuta strappalacrime, messaggio commovente in ricordo di Vialli

Gabriel Omar Batistuta, il messaggio commovente in ricordo di Gianluca Vialli: l’argentino non riesce a trattenere le lacrime 

Non hanno mai avuto la possibilità di giocare insieme. Sarebbe stata una delle coppie d’attacco più forti della Serie A senza ombra di dubbio. In più di una occasione si sono affrontati da avversari, ma si sono sempre rispettati: sia dentro che fuori dal campo. In occasione della 19ma edizione della “Golf Cup” della fondazione ‘Vialli e Mauro‘, era presente Gabriel Omar Batistuta.

Il ricordo di Batistuta per Vialli
Gabriel Omar Batistuta, toccante messaggio in ricordo di Gianluca Vialli – Milanlive.it (Foto LaPresse)

L’argentino si è fermato a parlare con i giornalisti presenti. Non sono mancate le parole di elogio nei confronti di Gianluca Vialli, vera e propria leggenda del calcio italiano, scomparso un anno e mezzo fa a soli 59 anni. L’argentino non è riuscito a trattenere le lacrime quando ha parlato del suo ex collega.

Batistuta ricorda Vialli: “Una persona che stimavo molto”

Impossibile non amare un personaggio calcistico come Gianluca Vialli che ha scritto pagine importantissime di questo sport. Ne è consapevole lo stesso ‘Batigol’ che lo ha ricordato in questo modo: “Sono contento di essere qui presente in questo evento. Stimavo moltissimo Gianluca. Sia in campo che fuori mi è sempre sembrato un grandissimo professionista. Poi l’ho conosciuto bene e mi ha sempre fatto un’ottima impressione, una grandissima persona“.

Il ricordo di Batistuta per Vialli
Il ricordo di Gabriel Omar Batistuta per Gianluca Vialli – Milanlive.it (Foto LaPresse)

Insomma, non poteva mancare a questo evento l’ex centravanti della Fiorentina e della nazionale argentina: “Sono contento di essere venuto qui ed avere avuto la possibilità di collaborare“. Nel corso della sua lunghissima carriera in Italia (dove ha vestito appunto le maglie di Fiorentina, Roma ed Inter) Batistuta ha messo a segno più di 200 reti.

Anche se, ci ha tenuto a precisare, il suo gol più importante è stato quello di presenziare a questo importante evento: “Credo che questo sia il gol più bello che potessi fare. E’ importante avere la possibilità di aiutare gli altri. Questo si che è un bel gol“. Tanti gli argomenti affrontati nel corso dell’intervista.

Si è parlato anche di calcio italiano, ma non lo segue più di tanto visto che ha deciso di vivere una nuova vita: quella della campagna, sempre nella sua amata Argentina. Anche se qualche spunto lo ha dato: “Non so se Lautaro ha fatto bene a rinnovare. Non vedo perché doveva cambiare. Beltran nuovo Batigol? Deve giocare di più. Peccato per la Fiorentina con le finali, può capitare di perdere anche se poteva giocare meglio“.

Impostazioni privacy