Da Giroud a Zirkzee, come cambia il Milan: si attaccherà diversamente

Con l’arrivo di Zirkzee l’attacco del Milan cambia radicalmente: la differenza con Giroud è evidente, lo dicono i numeri

Il parco attaccanti del Milan potrebbe cambiare totalmente nella prossima stagione. Olivier Giroud ha già annunciato il suo trasferimento in MLS e il rinnovo di Luka Jovic è ancora incerto. Un nuovo centravanti arriverà, ma potrebbero essere anche due se dovesse partire anche il serbo.

Da Giroud a Zirkzee: come cambia il Milan
Da Giroud a Zirkzee: come cambia l’attacco del Milan – MilanLive.it

In questi giorni è tornato prepotentemente alla ribalta il nome di Joshua Zirkzee, per il quale il club è pronto a versare i 40 milioni di euro previsti dalla clausola di risoluzione del suo contratto. Il Bologna sarebbe stato già informato, facendo così venire meno la necessità di fare una trattativa sul prezzo del cartellino. Adesso serve trovare l’accordo per quanto concerne lo stipendio del giocatore e la commissione da versare all’agente Kia Joorabchian. La volontà delle parti è quella di arrivare a celebrare questo “matrimonio”, quindi trapela abbastanza fiducia sulla riuscita dell’operazione.

Zirkzee al Milan, come cambia l’attacco: differenza netta con Giroud

L’eventuale approdo di Zirkzee a Milanello modificherebbe il modo di attaccare della squadra rispetto a quando c’era Giroud come numero 9. L’olandese è meno prima punta d’area e gli piace molto venire fuori dall’aerea a ricevere il pallone e a partecipare alla manovra di gioco. Ha caratteristiche opposte in confronto al francese.

Da Giroud a Zirkzee: come cambia il Milan
Da Giroud a Zirkzee: come cambia l’attacco del Milan (Ansa Foto) – MilanLive.it

Joshua può sicuramente migliorare come finalizzatore, ma è un attaccante davvero molto bravo con la palla tra i piedi. Sa proteggerla facendo anche valere la sua fisicità e consentendo così alla squadra di salire, ma poi è anche abilissimo nel riuscire a smistarla efficacemente. Talvolta ha delle intuizioni geniali e va sottolineato che è anche uno capace di saltare l’avversario in dribbling creando superiorità numerica.

Giroud ha fatto ben 9 assist nell’ultima stagione, quindi ha dato un contributo anche sotto questo punto di vista, ma Zirkzee ha qualità differenti e per certi versi può essere un vero e proprio regista offensivo. Qualcuno lo ha paragonato a Zlatan Ibrahimovic proprio per la sua abilità nel venire fuori dall’area a prendere il pallone e nel servire assist i compagni. Per dimostrare che l’olandese e il francese sono completamente diversi fra loro, basta dare uno sguardo al grafico di Data MB. Dalle statistiche dell’ultima stagione si può notare come uno sia l’opposto dell’altro.

Questo suo movimento fa diventare importantissimo riempire l’area con gli esterni offensivi e con le mezzali, che si devono inserire quando la punta è fuori. Si tratta di un aspetto sul quale può migliorare tanto uno come Rafael Leao, efficacissimo quando parte dalla fascia sinistra e che deve diventare più bravo in altre situazioni di gioco. Se arriverà Zirkzee, il nuovo allenatore dovrà lavorare tanto da questo punto di vista, sia dal punto vista tecnico che mentale.

Impostazioni privacy