Giacomo Bonaventura (Getty Images)
Giacomo Bonaventura (Getty Images)

Due allenatori con la ripartenza nel sangue, come fosse una sfida primordiale a chi corre di più; Rudi Garcia e Filippo Inzaghi si sfidano stasera all’Olimpico per la prima volta, con l’intento di continuare a far bene e portare le proprie formazioni verso livelli sempre superiori. Come scrive stamane la Gazzetta dello Sport, Roma-Milan sarà duello tra frecce, giocatori veloci e abili contropiedisti.

 

I velocisti saranno la chiave del match: la Roma punterà su Maicon, l’ex interista che parte come ‘regista aggiunto’, un portatore di palla dotato di fisicità e tecnica difficile da fermare. Una delle chiavi tattiche sarà proprio nel duello tra il brasiliano e Pablo Armero, che mister Inzaghi lancerà forzatamente sperando che tenga botta sulla sua fascia di competenza.

 

L’uomo in più del Milan si chiama però Giacomo Bonaventura: l’ex atalantino detiene l’86% di palloni recuperati in campionato e con la qualità e velocità che lo contraddistinguono sarà fondamentale per ribaltare l’azione e sfruttare le ripartenze rossonere, con Menez ancora una volta vertice alto. C’è anche Honda, freccia atipica, meno rapido dei colleghi Gervinho o Ljajic, ma abilissimo a giocare tra le linee, perfetto per l’albero di Natale con il quale Inzaghi vuole rompere le uova nel paniere di Garcia.

 

Redazione MilanLive.it