Silvio Berlusconi (Getty Images)
Silvio Berlusconi (Getty Images)

Milan-Sassuolo non è solo sfida in campo tra le due formazioni, giovani e particolarmente ‘italiane’, ma anche un duello a distanza fra due imprenditori, tra i più ricchi e arditi del nostro paese. Silvio Berlusconi, da quasi un trentennio patron del Milan, se la vedrà contro Giorgio Squinzi, numero uno del Sassuolo da qualche anno in meno ma ugualmente dedito al settore calcistico e all’ambizione sportiva e commerciale.

 

Come scrive la Gazzetta di oggi, Squinzi è capo di Confindustria e leader della Mapei, la azienda più ricca e facoltosa d’Europa in materia di edilizia e prodotti chimici. Personaggio dunque piuttosto influente nel mondo dell’economia nostrana ed internazionale. Berlusconi è invece considerato tutt’oggi uno dei rivoluzionari della comunicazione televisiva, con i suoi investimenti negli anni ’80 sulla Fininvest e su emittenti tv che hanno fatto la storia.

 

Entrambi sono tifosissimi del Milan: Squinzi ha ammesso più volte di non voler fare sgambetti alla sua squadra del cuore, tifando comunque i colori rossoneri anche contro il suo Sassuolo correggendo però il tiro recentemente: “Sarò imparziale” – ha ammesso il patron neroverde lo scorso anno per il primo match assoluto in A tra le due formazioni. E Berlusconi lo vuole seguire a ruota sul progetto stadio di proprietà, che Squinzi ha potuto realizzare a Reggio Emilia in breve tempo e con il Cavaliere pronto ad assecondare la figlia Barbara nella costruzione di un impianto tutto rossonero.

 

Redazione MilanLive.it