Silvio Berlusconi (Getty Images)
Silvio Berlusconi (Getty Images)

Chi si aspetteva un Silvio Berlusconi furibondo e pronto a colpevolizzare il Milan intero dopo le ultime settimane deludenti si sbagliava di grosso. Ieri è andato in scena il classico incontro a Milanello tra il Cavaliere e la squadra rossonera, ma come riporta la Gazzetta dello Sport a sorpresa il presidente ha usato toni pacati e rassicuranti riferendosi ai suoi.

 

Sono felice di questo Milan, la squadra è buona e non la cambierei con nessun’altra – ha riferito in tono quasi paterno Berlusconi, pacato ma sempre positivo ieri nella sala conferenze accanto ai calciatori rossoneri. – I ragazzi non devono avere paura, nel calcio esistono momenti buoni e meno buoni, ci possiamo risollevare al più presto“. E anche Pippo Inzaghi interpellato dopo la visita si è detto sorpreso: “Mi aspettavo rimproveri invece il presidente è stato molto rassicurante“.

 

Intanto crescono le voci su una quotazione in Borsa dell’A.C. Milan, che vorrebbe seguire le strade praticate da tempo da Lazio, Roma e Juventus in Italia. “Entro meno di un anno Berlusconi può entrare nel giro delle Borse orientali, tra Hong Kong, Dubai o Singapore” – ha rivelato ieri l’imprenditore e amico Tarek Ben Ammar, una notizia che si lega ai viaggi di affare della figlia Barbara in Estremo Oriente per incrementare il marchio Milan.

 

Redazione MilanLive.it