Daniele Baselli e Micah Richards (Getty Images)
Daniele Baselli e Micah Richards (Getty Images)

Nonostante il calciomercato Milan di questa sessione invernale sia stato florido e ricco di movimenti, il club rossonero è rimasto insoddisfatto per la non riuscita di alcune operazioni, sia in entrata che in uscita. Tutti movimenti che con buone possibilità si concluderanno positivamente dal prossimo giugno, quando entrerà nel vivo il mercato estivo.

 

Il Milan avrebbe volentieri chiuso per Daniele Baselli dell’Atalanta, colpo promesso dell’ultima ora ma poi sfumato per disaccordi sulla formula del trasferimento; i rossoneri puntavano sul prestito gratuito ed un pagamento futuro per il riscatto definitivo che non ha convinto la società di Percassi. Tutto rimandato a giugno, quando Baselli apparirà destinato ad indossare la maglia a strisce rossonere. Come lui anche Ezequiel Munoz, colpo negato dal Palermo nelle scorse ore; l’argentino in scadenza passa alla Sampdoria in prestito fino al 30 giugno, quando poi firmerà un triennale con il Milan.

 

Anche in uscita due situazioni complesse si risolveranno senza troppi problemi in estate: Pablo Armero ha tardato ad accettare il passaggio al Genoa, che si era cautelato prendendo il marocchino Bergdich, e dunque resterà in prestito al Milan fino a giugno quando poi tornerà all’Udinese senza possibilità di riscatto. Anche Michael Essien sarebbe stata una pedina da cedere per questioni legate al suo lauto ingaggio, ma il ghanese ha rifiutato le proposte da Usa e Qatar. Anche per lui certa la partenza a giugno dopo la scadenza del contratto.

 

Redazione MilanLive.it