Filippo Inzaghi (Getty Images)
Filippo Inzaghi (Getty Images)

La fiducia a tempo determinato del Milan per Pippo Inzaghi rende ancor più misterioso il futuro della panchina rossonera, soprattutto se il giovane allenatore non dovesse riuscire ad assicurarsi neanche un posto nella prossima Europa League. L’ultimatum di Berlusconi, che ha ribadito solo in parte l’appoggio del club al mister, apre dunque nuovamente la caccia al toto-allenatore per il 2015-2016.

 

Secondo Tuttosport sono quattro i nomi in lizza per la panchina rossonera: il primo è quello di Antonio Conte, ct azzurro che come detto potrebbe liberarsi in anticipo dall’incarico con la Figc per via delle mancanze sui progetti discussi in estate. Poi c’è Luciano Spalletti, che finalmente è pronto a svincolarsi dal contratto che ancora lo lega allo Zenit e dunque libero di legarsi ad altri club senza autorizzazioni dalla Russia.

 

Vincenzo Montella è il terzo nome, pallino di Adriano Galliani da tempo, anche se braccato dal Napoli in caso di addio da Firenze. Infine non da sottovalutare la candidatura di Cesare Prandelli, ex ct e da poco esonerato dal Galatasaray. Tutte e quattro sono soluzioni italiane che ben si sposerebbero con il progetto di far diventare la rosa milanista sempre più ‘azzurra’.

 

Redazione MilanLive.it