Milan, che intrigo! Spunta Mr. Pink, re del Ginseng: la verità sull’incontro

Silvio Berlusconi (Getty Images)
Silvio Berlusconi (Getty Images)

Il Corriere dello Sport di oggi fa chiarezza sulle ultime notizie in chiave societaria che hanno visto protagonista il Milan e le quote di maggioranza del club meneghino. Ieri è spuntata una clamorosa indiscrezione, con tanto di foto (clicca QUI) di un nuovo accordo tra Silvio Berlusconi ed il magnate cinese conosciuto come Mr. Pink. Si tratta dell’imprenditore Poe Qui Ying Wangsuo, 35enne proprietario della nota bevanda energetica a base di ginseng che sta spopolando negli States. Un sito web rumeno ha svelato il tutto pubblicando delle foto esclusive con tanto di firme tra Berlusconi ed il suo interlocutore orientale.

 

Per il momento pare che Mr. Pink non sia interessato in realtà alle quote del Milan, nonostante la fonte della notizia sia la compagna del cinese, la modella rumena Monica Gabor, la quale ha annunciato con un messaggio personale l’acquisizione del 51% del club calcistico. In realtà nell’incontro andato in scena sabato 7 marzo Berlusconi avrebbe raggiunto una partnership commerciale per conto di Fininvest con Wangsuo e sarebbero stati presenti anche Alessandro Franzosi, capo delle pianificazioni finanziarie dell’azienda ed il socio Richard Lee, grande amico del Cavaliere. Nulla a che fare con il Milan, anche se Mr. Pink non nega l’interesse in passato per un ingresso nel club.

 

Imprenditore di successo con base a Los Angeles, Mr. Pink è uomo misterioso e difficilmente contattabile. Ha fatto successo con la suddetta bevanda al ginseng che spopola tra i salutisti di oltre oceano e vuole anche esportarla in modo massivo in Europa. Ha avuto l’onore di essere sponsorizzato da vip come Prince, Paris Hilton o Lindsay Lohan, ma dei suoi altri affari e del guadagno annuale stimato si sa ben poco. E non è escluso che il cinese possa legarsi a Taechaubol per la scalata al Milan.

 

Redazione MilanLive.it