Di Stefano: “Mister Bee punta ai risultati sportivi. I cinesi indirizzati sul marketing”

Bee Taechaubol, Fabio Cannavaro e Patrick Kluivert (Getty Images)
Bee Taechaubol, Fabio Cannavaro e Patrick Kluivert (Getty Images)

Peppe Di Stefano, inviato a Milanello di Sky Sport e grande esperto delle cronache vicine all’ambiente rossonero, ha dato un suo parere riguardo la differenza tra le due cordate in lotta per acquisire le quote di maggioranza del Milan, quella del broker thailandese Bee Taechaubol e i concorrenti di origine cinese dell’imprenditore Richard Lee. Nei prossimi giorni entrambi dovrebbero effettuare i primi passi ufficiali in direzione rossonera.

 

Di Stefano parla dei due piani e progetti differenziandoli di netto: “La trattativa con Mister Bee è partita da molto più tempo, all’inizio si prevedeva un ingresso al 20%, ora si parla di un acquisto per la maggioranza immediata, almeno del 60-65%. Dietro di lui c’è anche Nevio Lucas, proprietario del fondo di investimenti Doyen Sports. Con lui all’interno, il Milan potrebbe operare bene sul mercato internazionale, confermando che la cordata di Bee punta ai risultati sportivi. Quella di Richard Lee sono più indirizzati a produrre marketing e ingrandire il brand Milan nel mondo, sono progetti diversi“.

 

Le ultime notizie nel frattempo appaiono chiare sul futuro del club: “L’ipotesi di una permanenza di Berlusconi mi sembra molto difficile; nel fine settimana ci saranno degli arrivi a Milano, vari incontri da cui da partirà una vera e propria asta. La dead line è posta a fine maggio e la decisione finale spetterà a Silvio Berlusconi“.

 

Redazione MilanLive.it

 

Impostazioni privacy