Antonio Conte (getty images)
Antonio Conte (getty images)

Il Milan spinge per Carlo Ancelotti, ma è ovvio che non sia l’unico profilo ad interessare il club rossonero, che dopo il 31 maggio divorzierà ufficialmente da Filippo Inzaghi e cercherà l’allenatore sul quale puntare per le prossime stagioni. Il tecnico del Real Madrid resta un obiettivo difficile, ecco perché da via Aldo Rossi continuano a tenere aperte varie possibilità.

 

Secondo Tuttosport potrebbe essere fattibile una clamorosa staffetta in Nazionale: Ancelotti, tra poco svincolato dal Real, potrebbe accettare un’eventuale chiamata dalla Figc e guidare l’Italia verso Euro 2016, liberando così un Antonio Conte sempre meno convinto della scelta fatta con Carlo Tavecchio. L’ex juventino sarebbe attratto dall’idea di guidare alla rinascita il Milan, proprio come fatto dal 2011 in poi con la squadra bianconera tra volte scudettata.

 

La suggestione Conte è affiancata, secondo il Corriere dello Sport, da quella relativa a Vincenzo Montella, sempre più lontano dalla Fiorentina. Nei giorni scorsi si è parlato di un 50% di possibilità di vedere l’ex romanista lasciare Firenze dopo tre buone stagioni. Il profilo a Milanello piace eccome, ma la clausola di 5 milioni di euro rappresenta un ostacolo tutt’altro che minimo. Infine c’è la soluzione Marcello Lippi, sponsorizzato dai possibili investitori cinesi: l’ex ct tornerebbe in Italia come direttore tecnico alle spalle di un allenatore più giovane, come il lanciatissimo Cristian Brocchi, attuale guida della Primavera rossonera.

 

Redazione MilanLive.it