Alessio Cerci (Getty Images)
Alessio Cerci (Getty Images)

Sabato 18, nella bella cornice di Forte dei Marmi, l’amministratore delegato del Milan Adriano Galliani e il presidente del Genoa Enrico Preziosi sono tornati a parlare di mercato. Dopo lo screzio causato dalla vicenda legata all’affare Andrea Bertolacci, i due amici di vecchia data si sono seduti allo stesso tavolo per intrecciare nuovamente le campagne acquisti delle rispettive società. Il patron rossoblu avrebbe avanzato un forte apprezzamento per il trio d’attacco rossonero formato da Alessio Cerci, M’Baye Niang e Suso ma, come riportato questa mattina da La Gazzetta dello Sport, tutti e tre i giocatori, al momento, vengono valutati da Sinisa Mihajlovic come delle valide alternative. Il tecnico serbo, infatti, avrebbe bloccato istantaneamente le trattative e Galliani avrebbe ripiegato offrendo a Preziosi il cartellino di Simone Verdi. Il trequartista classe 1993 non rientra nei piani tecnico-tattici del Milan, tuttavia la risposta del Genoa alla contro-proposta sarebbe stata piuttosto fredda. Per ora, dunque, l’asse di mercato Milano-Genova non prevede movimenti nel breve termine, ma il possibile ritorno di Zlatan Ibahimovic in agosto potrebbe intasare il reparto offensivo rossonero e smuovere ulteriormente le cose.

 

Intanto, da questa vicenda sono emersi i primi giudizi di Mihajlovic che, dopo qualche giorno di lavoro con la squadra e le prime tre amichevoli pre-stagionali, ha potuto valutare la gran parte dei giocatori a sua disposizione. Se Cerci, Niang e Suso si sono meritati l’opportunità di dimostrare il loro valore, Verdi pare essere stato da subito bocciato, così come il giovanissimo Hachim Mastour. Nonostante il bel gol contro il Legnano, infatti, sembra che il talento italo-marocchino classe 1998 non abbia convinto l’allenatore che non lo ritiene idoneo al suo progetto, soprattutto per limiti caratteriali. La mancata convocazione per l’amichevole con il Lione può essere letto come un segnale ed alcune indiscrezioni affermano che il ragazzo potrebbe non partire nemmeno per la tournée in Cina. Il Milan vorrebbe cederlo in prestito, ma davanti ad un’offerta concreta ed importante potrebbe anche partire a titolo definitivo.

 

Andrea Panzeri – Redazione MilanLive.it