Zlatan Ibrahimovic e Nasser al Khelaifi (Getty Images)
Zlatan Ibrahimovic e Nasser al Khelaifi (Getty Images)

Lo sceicco pronto a liberare Zlatan Ibrahimovic dall’impegno con il Psg. Il Corriere dello Sport di oggi svela questo retroscena che riguarda proprio un accordo trovato tra lo svedese ed Al-Thani, il ricchissimo proprietario della squadra parigina, durante l’incontro avvenuto in Qatar qualche settimana fa. Pare che Ibra abbia avuto rassicurazioni importanti dal patron arabo, il quale non vuole trattenere l’obiettivo rossonero contro la sua volontà e dunque non avrà problemi a lasciarlo andare.

 

Il tutto accadrà però dopo il 1 agosto, giorno della Supercoppa di Francia che si giocherà a Montreal, in Canada, tra il Psg e il Lione. Appuntamento importante e sentito quello del primo trofeo stagionale e Ibra dovrà esserci, anche perché l’altro attaccante Edinson Cavani difficilmente sarà pronto per quella data viste le ferie extra dovute alla Coppa America. Il Milan aspetta e spera che tale accordo tra gentiluomini venga rispettato, e dunque dal 2 agosto in poi potrà cominciare a limare i dettagli per il ritorno di Ibra.

 

La sensazione è che il Psg possa sì cedere lo svedese, ma non prima di aver trovato un sostituto in attacco; l’argentino Angel Di Maria è in arrivo, ma potrebbe non bastare. Il sogno degli sceicchi è Cristiano Ronaldo, ma è molto più probabile e fattibile una trattativa per il capocannoniere della Ligue 1 Alexandre Lacazette, che gioca proprio nel Lione. Ibra intanto ha già un accenno di accordo con il Milan per un triennale da 7,5 milioni netti a stagione, con decurtazione rispetto agli attuali 12 percepiti. Agosto sarà mese decisivo per il mercato e per i ritorni eccellenti.

 

Redazione MilanLive.it