Menez e Mexes (foto google)
Menez e Mexes (foto google)

Due amici per la pelle, due vite spericolate, sempre dal futuro incerto e quasi disastrato, però bravi a risalire la china con carattere e leadership. Philippe Mexes e Jeremy Menez hanno molto in comune, non soltanto il cognome quasi identico. Sono due calciatori francesi del Milan, che insieme hanno fatto anche le fortune della Roma, pronti a riconquistarsi stima e maglie da titolari dopo essere stati quasi definitivamente scaricati dal club.

 

Come scrive la Gazzetta dello Sport, dopo l’ultima negativa annata, il Milan sembrava volersi sbarazzare dei due talenti d’oltralpe; Mexes in scadenza di contratto era stato addirittura lasciato libero di trovarsi un nuovo club, mentre Menez è stato dichiarato quasi all’unanimità come calciatore poco utile ai piani di Sinisa Mihajlovic, per il suo ruolo anarchico e per la sua poca partecipazione al gioco di squadra. Il duo d’oltralpe è però pronto a smentire tutte le accuse nei propri confronti.

 

Mexes ha rinnovato, per volere di Silvio Berlusconi, ed ha fatto capire come la scelta fosse evidentemente ideale grazie all’eurogol segnato nel derby contro l’Inter a Shenzhen. Carattere da vendere e colpi da fuoriclasse per questo difensore irreprensibile dal punto di vista tecnico. Per Menez si avvicina l’ora del rientro dopo l’operazione di fine stagione scorsa: carattere a parte, dovrà imporsi per ritagliarsi uno spazio da titolare. Sempre che non arrivi un certo Zlatan a rubare spazio in attacco.

 

Redazione MilanLive.it