Alessio Cerci
Alessio Cerci (Getty Images)

Non verrà messo in lista trasferimenti Alessio Cerci, nonostante la sua posizione non sia proprio centralissima all’interno del progetto tecnico di Sinisa Mihajlovic. L’attaccante classe ’87 della formazione rossonera dovrebbe restare, secondo quanto scrive oggi il Corriere dello Sport. Un’indiscrezione raccolta dal quotidiano sportivo romano parla di un contatto nelle ultime ore tra i vertici rossoneri e l’agente Sergio Berti, che detiene da anni la procura dell’ex Torino.

 

L’idea è quella di far restare Cerci al Milan, togliendolo letteralmente dal mercato, almeno fino al 30 giugno prossimo quando scadrà il prestito biennale concesso dall’Atletico Madrid. Gli iberici infatti sono ancora padroni del cartellino di Cerci e forzatamente lo riporteranno a casa tra un anno, per poi decidere con serenità cosa fare con il calciatore cresciuto nella Roma e voglioso di riprendersi un posto nel Milan e nella Nazionale italiana.

 

La permanenza di Cerci è agevolata anche dall’infortunio di M’Baye Niang, che si è fermato per via di una frattura al metatarso che lo terrà fuori per ben tre mesi. Visto lo stop di una delle prime alternative dell’attacco rossonero, la candidatura e lo spazio per Alessio Cerci sembrano poter crescere, visto anche il buon feeling con Sinisa Mihajlovic ai tempi di Firenze.

 

Redazione MilanLive.it