Sinisa Mihajlovic e Riccardo Montolivo (Getty Images)
Sinisa Mihajlovic e Riccardo Montolivo (Getty Images)

Una gita quasi di piacere a Marsiglia per una sfida due contro due assieme a Philippe Mexes, tra l’altro vinta con i rivali del Manchester United, il tutto organizzato dallo sponsor tecnico Adidas. Poi la presentazione come testimonial della terza maglia del Milan della stagione appena cominciata, un nero sbiadito impreziosito dalle bande gialle su spalle e maniche. Ma anche il tempo di commentare con un velo di polemica il suo momento in rossonero.

 

Capitan Riccardo Montolivo non sta vivendo un grandissimo periodo di carriera; un’annata praticamente persa per via della doppia operazione alla tibia, a causa dell’infortunio procuratosi all’alba dei Mondiali 2014 durante l’amichevole contro l’Irlanda. Tra riabilitazioni e pulizie della gamba Monolivo si è presentato con qualche giorno di ritardo ai nastri di partenza e non ha ancora trovato spazio e tempi necessari per tornare ad essere fondamentale negli schemi del Milan, nonostante la stima di Sinisa Mihajlovic dai tempi con la Fiorentina.

 

Montolivo, come riporta la Gazzetta dello Sport, ha ammesso candidamente: “Sto cercando di recuperare la condizione migliore, ma è ovvio che non sono contento, non avendo potuto giocare le prime due gare ufficiali della stagione. Accetto le scelte perché il bene della squadra viene prima, ma sto lavorando sodo per mettere in difficoltà il mister“. E sulle voci di mercato Montolivo glissa: “La Juventus? Non commento certe cose, sono contento di essere il capitano del Milan“. Capitano si, ma dalla panchina.

 

Redazione MilanLive.it