Axel Witsel (Getty Images)
Axel Witsel (Getty Images)

Axel Witsel a lungo è stato indicato come il possibile grande colpo del Milan per il centrocampo, ma la trattativa non è mai decollata dato che le richieste dello Zenit San Pietroburgo erano considerate eccessive dal club di via Aldo Rossi. I russi per meno di 30-35 milioni di euro, bonus inclusi, non avrebbe ceduto un giocatore per il quale sono stati investiti ben 40 milioni per acquistarlo dal Benfica. La via del prestito sarebbe stata possibile solo garantendo subito una certa somma e l’obbligo di riscatto tra un anno, visto che il belga va in scadenza di contratto nel giugno 2017.

 

Witsel avrebbe accettato volentieri di trasferirsi al Milan e ce lo hanno ribadito ai nostri microfoni Riccardo Napolitano e Francesco Marseglia, intermediari incaricati di trattare il trasferimento del calciatore. Intanto lui stesso al Mirror ha dichiarato quali erano le sue intenzioni e come sono andate poi le cose: “Non parto più. Lo Zenit ha preso la decisione di trattenermi perché non sono riusciti a trovare un sostituto che giocasse nella mia posizione. E’ un peccato, perché speravo finalmente di trasferirmi”. Si era parlato anche di un possibile trasferimento al Tottenham, ma alla fine il centrocampista ex Standard Liegi rimarrà in Russia.

 

Matteo Bellan – Redazione MilanLive.it