Bee Taechaubol (foto dal web)
Bee Taechaubol (foto dal web)

In questi due giorni ha fatto discutere il botta e risposta tra il settimanale L’Espresso e Fininvest in merito alla provenienza dei soldi con i quali il consorzio di investitori guidato da Bee Taechaubol dovrebbe andare ad acquistare il 48% del pacchetto azionario del Milan. Ma a tenere banco è anche il tema relativo all’identità di coloro che finanzieranno con 480 milioni di euro questo clamoroso affare. Si è parlato di colossi della finanza come la Ads Securiets di Abud Dhabi e la Citic Securities cinese. E’ anche uscito fuori il nome Li Shilin, presidente di Citic Guoan e vicepresidente di Citic Group Corporation, a cui fa capo il controllo di Citic Securities. Egli è anche presidente del Beijing Guoan Football Club, squadra di calcio di Pechino.

 

Carlo Festa, giornalista de Il Sole 24 Ore, nel suo blog Insider rivela che secondo alcune informazioni in suo possesso anche la famiglia reale della Thailandia del reggente Bhumibol Adulyadej farebbe parte degli investitori rappresentati da Mr. Bee. Non ci sono ancora conferme di carattere ufficiale, solo indiscrezioni, ma almeno man mano qualche nome sta uscendo e presto forse si potrà fare maggiore chiarezza. Entro il 30 settembre l’operazione tra il broker thailandese e Fininvest dovrebbe chiudersi; allora speriamo di avere un quadro più trasparente della situazione.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)