Alessio Romagnoli (getty images)
Alessio Romagnoli (getty images)

Due squadre rinnovate sul mercato, a colpi di milioni di euro spesi per rivoluzionare le rispettive rose e soprattutto ringiovanirle. Domenica sera a San Siro si sfidano l’Inter e il Milan del nuovo corso, quello che forzatamente dovrà portare una svolta dopo l’ultimo biennio assolutamente negativo e dimenticabile per entrambe le compagini milanesi.

 

Due squadre che per la prima volta dopo anni puntano anche sui giovani, su quei calciatori nati dopo il 1992 che possono rappresentare presente e futuro a lungo termine. L’edizione odierna di Tuttosport parla infatti di una sfida nella sfida, un duello che sintetizza anche il recente calciomercato estivo dispendioso delle due rivali, un derby tra colpi ‘junior’ che desterà molto interesse. Da una parte Geoffrey Kondogbia, il rinforzo da quasi 40 milioni del centrocampo interista, mentre dall’altra Alessio Romagnoli, il costoso talento mancino voluto da Sinisa Mihajlovic per completare la sua difesa.

 

22 anni per Kondogbia, solo 20 per Romagnoli, due calciatori dal talento assoluto che dovranno però dimostrare con il tempo e con pazienza le loro capacità in una piazza caldissima come quella milanese. Ma domenica è tempo di derby ed i tifosi di Inter e Milan si rivolgeranno a loro come nuovi beniamini e si attenderanno il meglio fin da subito. Romagnoli ha già vinto il piccolo derby del Trofeo Tim, con tanto di salvataggio sulla linea spettacolare su un tiro di Brozovic. Kondogbia ha vinto la sfida dei costi (38 milioni contro 25), ma domenica sarà duello per palati fini.

 

Redazione MilanLive.it